VOLTARE PAGINA

01

Chi mi conosce sa perfettamente quanto sia scarso il mio entusiasmo per la notte di San Silvestro e quanto sia altrettanto radicato il mio scetticismo verso il Capodanno, che non è quasi mai l'inizio di nulla, se non di un forte mal di testa - quando brindisi e libagioni hanno contribuito ad offuscare il cervello - o di una giornata senza arte né parte - quando la mezzanotte è trascorsa fra le braccia di Morfeo.

Il fatto è che, per me, il vero inizio anno si colloca a settembre, quando la carica post vacanze estive è al massimo e quando i nuovi progetti vanno ad allungare in maniera preoccupante le già interminabili liste di buoni propositi. Ho da sempre l'orologio biologico puntato sul calendario scolastico io e questo molto prima di avere un pargolo in età scolare.

Il mondo, però, al 31 dicembre chiude baracca, prepara il nuovo calendario, sceglie la nuova agenda, fa il punto della situazione, ringrazia o recrimina; così come il 1° gennaio si sente pronto per spaccare il mondo con eclatanti obiettivi, che nel giro di qualche settimana vengono prontamente dimenticati e messi nel cassetto in attesa di essere spolverati, sempre uguali a se stessi, l'anno successivo.

Pare ci si debba adeguare.


Si chiude oggi un 2018 scoppiettante di energia e pieno di mete raggiunte, di fili riannodati, di strappi ricuciti, ma anche di tagli decisi, indispensabili, terapeutici. Liberatori.

Sì, perché eliminare la zavorra è la chiave di tutto.

Sempre.


Oggi, 31 dicembre 2018, chiudono anche - ed è il motivo principale per cui sto scrivendo - le Ispirazioni.

Tutte e due.

Barbara ed io abbiamo deciso di mettere un punto e di voltare pagina.

Non perché le ispirazioni siano terminate, ma, al contrario, perché ne abbiamo ancora. Ne abbiamo sempre. Ne abbiamo troppe.

È ora di cambiare, di modificare, di rinnovarsi, di andare oltre. Soprattutto di sistemare i nostri scritti, la quantità enorme di materiale accumulato, pubblicato, archiviato.

E di mettere ordine nelle idee, che si accavallano, ci sommergono e premono per essere tradotte in qualcosa di concreto.


Quattro anni di Ispirazioni & Co. non sono pochi.

Quattro anni di temi del mese, 48 mesi di proposte e di divertimento nelle due community (47 per essere precisi, visto che c'è stata una pausa nel maggio scorso, ma cambia poco).

Siamo contente. Contentissime.

Le raccolte, con questo post e quello che pubblicherà Barbara in giornata, abbracceranno la bellezza di 999 post.

999.

E il merito di questo strabiliante risultato non è certamente solo delle Comari.

Questa specialissima avventura, cominciata nel gennaio 2015, ci ha regalato momenti eccezionali, emozioni incredibili, letture originali e spesso sorprendenti.

Ci ha portato, soprattutto, a creare un legame fortissimo con un piccolo gruppo di persone, quella gente ispirata, che in questi anni ha animato sia il gruppo Facebook sia la community Google+.

La nostra scelta di eliminare, l'anno scorso, il gruppo Facebook per favorire la community forse non è stata propriamente una genialata, visto che San Google ha deciso di chiudere, come immagino saprete, il suo social Google+.

A breve ci troveremo senza community e noi tutti verremo sfrattati. Quel che peggio è che quattro anni di interazione verranno cancellati, spazzati via, come non fossero mai esistiti.

Inutile dire, che la cosa ci piace poco, anche perché non riusciamo a trovare valide soluzioni alternative, per mantenere le dinamiche, sulle quali il nostro gioco si è sempre basato.

Per questo motivo, a malincuore, preferiamo fermarci. Non ci pare abbia senso snaturare un'iniziativa, che abbiamo costruito in un modo preciso e alla quale siamo rimaste fedeli per così tanto tempo.

Insomma o Ispirazioni & Co. ha la possibilità di essere quello che è sempre stato oppure non è più Ispirazioni & Co.

Ed allora ne facciamo volentieri a meno.

05. scritte

2015

01

2016

02

2017

01

2018


Non sono pochi neppure tre anni di Ispirazioninfiera, che è nato come seconda iniziativa delle Comari, come molti di voi sapranno, nell'autunno 2015 e che è stato portato avanti in contemporanea sui blog delle stesse per un certo periodo, anche con i contributi di altre persone, per poi sfociare nel maggio del 2016 in un blog dedicato, dove le Comari sono diventate prima tre e poi si sono dimezzate e dove la preziosa collaborazione di un gruppo ristretto di amici ha regalato linfa vitale  ad un progetto veramente strepitoso.

Progetto bellissimo, ne rimaniamo convinte, ma troppo ambizioso, perché in due i miracoli non si possono fare e perché, nel frattempo, tante cose sono cambiate.

Riporto qui, per intero, il post di chiusura pubblicato qualche giorno fa e che ora non è più visibile, visto che il blog è stato reso privato in attesa di decidere cosa farne.

Verso nuove ispirazioni

01

Scegli sempre il cammino che sembra il migliore anche se sembra il più difficile:

l’abitudine lo renderà presto piacevole.

(Pitagora)


Cambiare non è mai facile, neppure quando i motivi che portano al cambiamento non hanno nulla a che fare con i ripensamenti, con i rimpianti, con le divergenze di opinione o, peggio, con le rotture.

Quando pensi di cambiare, ti frena l'abitudine e la sicurezza che quell'abitudine ti dà e trovi mille pretesti per uscire da quella comfort zone, che con tanta pazienza hai creato.

Ti frega soprattutto l'amore per tutto quello che hai costruito e ti pare quasi un tradimento.

Eppure, quando arriva il momento, quando riesci finalmente a superare quell'ostacolo, che a prima vista ti era sembrato insormontabile, una calma rassicurante ti avvolge e comprendi di essere sul punto di fare la scelta giusta.

All'improvviso si delineano nuovi scenari, nuove possibilità che prima non avevi mai preso in considerazione. Si aprono nuove strade e nuovi traguardi paiono possibili.

Soprattutto ricominci a sentire quel fremito ...


Abbiamo deciso di viaggiare leggere. Lasceremo tutto.


Tutto. Tranne le nostre storie.

01


Dove finiranno le numerosissime storie di Vite a regola d'arte è ancora un mistero, perché le opzioni sono varie e stiamo valutando.

Con molte probabilità ne faremo un uso diverso, ma torneranno con il tempo, molto tempo credo, ad essere fruibili.


Voltare pagina non significa cancellare quello che è stato, voltare pagina significa portarsi dietro il meglio di quanto vissuto, significa trarre insegnamento e ispirazione per il futuro.

Le nostre Ispirazioni chiudono per questo.

Per rinascere.


Fa uno strano effetto veder scendere il tendone su questa lunghissima doppia avventura e su questo pezzo di vita.

Ma il sipario con le Comari non calerà mai del tutto.

Sappiatelo!

01

Commenti

  1. speriamo Federica di ritrovarci.. grazie di averci ispirato.... .......bacchettato....prese x mano....guidato.. regalato bellissimi momenti. riflessione..di gioco...passioni ...grazie...non sarà mai scritto fine......un abbraccio a voi e tutti coloro sono passati su questo palcoscenico....lo spettacolo continua....applausi .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giusi, non occorre sperare di ritrovarci, perché noi siamo sempre qui e perché i legami creati, quelli veri, non possono certo morire con la chiusura di un gioco. Il nostro gioco, certo, ma pur sempre un gioco.
      Sì, applausi. E pure scroscianti.

      Elimina
  2. Cara Federica, ti sei spiegata molto bene, io spero solo che ci troveremo ancora sereni e contenti!
    Domani è un nuovo giorno e anche un nuovo anno!!!
    Ciao e rinnovo il buon anno 2019 con tutto il mio cuore, e con un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Come ho scritto a Barbara mi dispiace pero forse avete ragione voi..
    Per ora buon anno e poi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patri, sapessi quanto dispiace a me. Mi sono svegliata ieri ed ho detto ... "e adesso?".
      Ispirazioni & Co. mi mancava già.
      Qualcosa ci inventeremo, ne sono certa. Questione di tempo.
      Un abbraccio.

      Elimina
  4. Cara Federica, eccolo arrivato il 2019 e speriamo che ci abbia portato tanta serenità.
    Ciao e buon inizio del 2019 che ci abbia portato tanta e^serenità.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Concordo con te sui propositi di inizio scuola carissima Federica. Anche per me l’anno inizia lì ma, come dici bene tu, il mondo non gira così e a gennaio si tirano le somme e si riparte. Capisco la vostra scelta. Non si può fare tutto e stare dietro a tutto. Io vi ho sempre seguito un po’ in disparte ma c’ero. Ci saró ancora con affetto pronta a ogni nuova super idea che ci proporrete. Un abbraccio e ... buon 2019
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Maria, lo so bene che tu c'eri. Tu ci sei sempre stata, dall'inizio. Dall'apertura dell'armadio direi ...
      Che dire? Penso non sia tanto lo stare dietro a tutto, perché le cose che interessano veramente si riescono sempre a fare.. Per quel che mi riguarda è lo starci dietro con soddisfazione totale, sapendo che le stai facendo al massimo, esattamente come le avevi in testa. Se una cosa non è più la stessa o se perde la sua vera essenza ... beh ... io preferisco lasciar perdere.
      A presto, cara

      Elimina
  6. Da quando avete lanciato il tema del mese sono stata come congelata. Il mio rifiuto per l’idea di una chiusura, ben motivata e chiara da subito a me stessa, non mi ha consentito di scrivere, neppure di entrare per timore di leggere ciò che sapevo sarebbe comunquea arrivato. Oggi è stranamente diverso, perché non vedo già più la fine ma l’inizio di qualcosa di nuovo, imprecisato, da definire, forse ancora da inventare ma che comunque ci sarà. Perché Ispirazioni e Co ci ha dato tantissimo ma siamo stati tutti noi a nutrirlo, con la stessa voglia e passione con cui nutriremo ciò che verrà. Abbiamo ancora molto da realizzare... aspettaci web, le comari e la loro banda torneranno! Se non altro perché invochiamo sempre un poco di pausa e relax ma è sempre una scusa per tirare fuori dal cappello un’altra idea !!! Stay tuned mondo! ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahha, ti aspettavo Maria.
      Hai detto tutto.
      Stay tuned, mondo!

      Elimina
  7. io vio ho scoperto tardi, e ho partecipato poco alle vostre iniziative. però è stato bello lo stesso.
    buon proseguimento allora, con qualsiasi cosa vogliate fare.
    marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Marta.
      Chi ha partecipato alle nostre iniziative, tanto o poco, rimane sempre uno di Ispirazioni!
      Un abbraccio

      Elimina
  8. Mi spiace per la chiusura dell'iniziativa ma sono sicura che arriveranno nuove idee strepitose e ci ritroveremo ancora! Buon anno alle comari e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon Anno, Serena.
      Sul ritrovarci non ho molti dubbi, ne ho un po' di più sulle modalità, ma troveremo qualcosa di sicuro.

      Elimina
  9. Mi dispiace davvero molto di aver scoperto tardi le vostre Ispirazioni&Co., perché mi è piaciuto molto partecipare (anche se sono un po' negata nel muovermi nella Community G+, almeno attraverso il blog). Spero che questo nuovo anno porti comunque tante belle cose a voi in primis e, se troverete un modo diverso, anche a tutti noi che seguivamo le vostre iniziative! :)
    Auguri e... a presto!!!
    Lulù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Lulù, Buon Anno!
      A volte bisogna anche sapere chiudere e guardare avanti.
      Non è sempre facile, ma sono certa che ci saranno nuove avventure da condividere.
      A presto.

      Elimina

Posta un commento

Lascia traccia del tuo passaggio, leggerò con piacere e risponderò appena possibile!

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via mail dei nuovi commenti.

AVVERTENZA!
Se lasci un commento, devi aver ben presente, che il tuo username sarà visibile e potrà essere clikkato da altri utenti.
Ogni visitatore, quindi, potrà risalire al tuo profilo Blogger/Google+.

Informativa sulla privacy