Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

19 luglio 2016

Insieme Raccontiamo 8, 9, 10 - Il recupero

Quando mi prende la fissa, non c’è nulla da fare. Mi rimane il tarlo, che rosica, rosica e rosica.

Ecco che, allora, avendo ripreso le attività bloggherecce dentro l’armadio e, nell’ordine, avendo ubbidito alle direttive della Comare Maggiore e scritto finalmente, dopo un tempo biblico, qualche pensiero sul libro di Massimiliano Riccardi, mi accingo a completare l’opera, cercando di recuperare le sole tre puntate mancanti di Insieme Raccontiamo, l’ormai noto contest di Patricia Moll.

01

Non è che voglio fare la brillante, ma mancare mi è proprio scocciato tanto.

L’iniziativa è bella, divertente, piacevole. Gli incipit di Patricia sono sempre molto stimolanti ed aiutano a tenere allenate le rotelline del cervello.

Ma non è solo questo, mi è mancato il clima, che si ritrova ogni volta; mi sono mancate le persone; mi sono mancati, naturalmente, i racconti che, giuro, leggerò tutti (anche se qualcuno, in verità, l’ho già letto).

Insomma ho deciso di provarci.

 

Ricordo brevemente le regole per partecipare.

Dieci giorni (dal 20 del mese alla fine dello stesso) per dare un finale all’incipit della padrona di casa, seguendo sempre le solite regole:

  1. un incipit, due possibilità di completare il racconto (200/300 battute; 200/300 parole);
  2. si può partecipare, scrivendo un finale breve, un finale lungo oppure due finali diversi
  3. i due finali possono anche essere concatenati;
  4. il post può essere arricchito con un motivo musicale, con un video, con un disegno, con un’immagine

 

Insieme Raccontiamo 8 – L’invito

 

intervista

Erano seduti di fronte. Elegante, di classe. Sexy. Decisamente amante delle palestre e dei centri benessere. Si capiva da lontano un chilometro.

Ora doveva incominciare l'intervista ma non riusciva ad aprire bocca. La sua bellezza avrebbe imprigionato chiunque.

Poi, all'ennesimo richiamo della regia....

... sussultò!
Allora, te la dai una svegliata? Capisco che Kirk sia il tuo sogno proibito, ma stai esagerando!
Si sentì avvampare e sprofondò nel più profondo imbarazzo.
Non osava alzare lo sguardo, conscia del fatto che lui la stava fissando, con un mezzo sorriso.
Signorina, gradirebbe venire a cena con me?
Ma l'intervista?
I sogni proibiti non aspettano.

(300 caratteri)

Qui tutti i post di Insieme Raccontiamo 8

 

Insieme Raccontiamo 9 – Sui trampoli

 

uomo alto

Altissimo, di una magrezza spaventosa, vestito di nero pareva una stecca di liquirizia andata a male.

Al suo passaggio, tutti provavano una strana sensazione. Un misto di paura e angoscia e insieme gelo.

Lui, invece, se la rideva.
Dopo anni di beffe quello, aveva deciso, doveva essere il giorno della sua vendetta.
Non era questione di cattiveria, semplicemente si era stancato.
Voleva sapere.
Voleva capire cosa significasse stare dall'altra parte della barricata.
Per questo li aveva indossati.
Eppure, pur divertendosi, rimaneva ciò che era.
Un nano.

(298 caratteri)

Qui tutti i post di Insieme Raccontiamo 9

   

Insieme Raccontiamo 10 – La resa dei conti

 

castello

Uscita dal bosco, lungo quel sentiero che correva tra querce e olmi, la vide apparire all'orizzonte.

Pianta quadrata, quattro basse torri ai lati, si stagliava contro il cielo ancora chiaro del tramonto in arrivo. Scura, quasi nera con quelle bifore che parevano occhi di gigante. Che davano un senso di...

... ansia.
Sì, ansia, perché in fondo era una specie di resa dei conti.
Troppe cose non dette, troppe cose lasciate in sospeso, troppi anni con i se e i ma che ronzavano in testa.
Non amava gli incompiuti e lui, in un certo senso, era un incompiuto, il suo più grande incompiuto.

Il loro primo incontro risaliva a tanti anni prima.
Era giovane e la vita ancora le sorrideva.
Anche lui era giovane ... bellissimo ... un principe di bianco vestito su uno scalpitante cavallo nero.
Quando incrociò il suo sguardo, capì in un istante di essere perduta.
Poi le loro strade si divisero, dolorosamente, anche se non si perdettero mai veramente.
Finché un giorno, lui tornò.
Fu come rivedere un fantasma.
Non era cambiato poi tanto, almeno nell'aspetto, anche se il suo animo portava segni e cicatrici molto profonde.
Per un certo tempo tutto parve identico a come l'avevano lasciato, ma poi - piano piano - cominciarono ad allontanarsi di nuovo.
Un déjà-vu. Un copione già scritto. Una storia già raccontata.
Fu ancora sofferenza. Accentuata dal fatto che, per un istante, il loro amore era parso possibile.
Non erano destinati, evidentemente, a condividere la vita.
E allora perché? Perché era tornato? Lui lo sapeva.
Fu come essere abbandonata di nuovo.
Sentì il cuore inaridirsi, quella stessa sensazione che aveva già conosciuto e odiato.
Ed odiò, di nuovo, se stessa. Per averci creduto un'altra volta.

Il viaggio era stato lungo, ma ormai era giunta alla meta.
Il mare, lì davanti, immenso, la fortezza, lambita dalle sue acque quiete, esattamente come se l'era immaginata.
Entrò. La stava aspettando.
Non più ragazza nel fiore degli anni, non più donna delusa e amareggiata.
Non più Principessa.
Entrò come entra una Regina.
Regina di nessuno, se non di se stessa.
Dimmi il perché!

 (300 parole)

Qui tutti i post di Insieme Raccontiamo 10

 

WOW! Ce l’ho fatta!

Le raccolte ormai chiuse, tutti i racconti fuori tempo massimo, ma era un piacere che non volevo perdermi.

Contentissima io, Patricia, contenta – mi auguro – pure tu!

 

Domani si ricomincia. E questa volta ci sarò.

 

Qui sotto le mie precedenti partecipazioni a Insieme Raccontiamo:

Insieme Raccontiamo 1 - La giostra
Insieme Raccontiamo 2 - Sopra una nuvola bianca
Insieme Raccontiamo 3 - Il sabba
Insieme Raccontiamo 4 - L’angelo
Insieme Raccontiamo 5 - Collisione
Insieme Raccontiamo 6 - Anahata
Insieme Raccontiamo 7 - Il sogno

23 commenti:

  1. NOOOOO MI SONO PERSA LA 8 CHE ERA UNA FIGATA!... La scopro solo ora qui da te... 'Naaggiiiaaaaaaaaaaa!!

    Ok, bravissima! Sopratutto per aver recuperato... E indovina indovinello, quale mai metterei nel cestello (delle mie preferenze, ovvio!)....

    SIIIIIIIIIII hai indovinato!!! Non è che mi potresti ampliare la terza? È giust'appunto il romanzo amoroso e struggente che tanto vado cercando... :D Alla fine mi prendo la tua mini-bozza e me lo scribacchio da sola :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi ti scrivo un poema, Regina!!!
      Sì, ho recuperato, ci tenevo.
      Corsa contro il tempo pure questa volta, ma mi piace troppo il contest di Pat.

      Elimina
    2. Attendo poema ^_^
      in mezzo a tutti sti thriller, piatto ricco mi ci ficco...
      E vedi tu...

      Elimina
  2. ahahahahahhaahhaahahahahh Squitty sei fortissima! Quel del nano poi.. ahhaha
    No, non sono affatto felice, ma proprio "gnente" "gnente" prrrrrr
    verso stasera vieni a vedere sul mio blog che ti combino!
    Bacio!!!

    ps domani si riparte eh....e siccome dicono che il ferro si batte finchè è caldo pperchè se si raffredda non si lavora più.... io batto!
    DOMANI INSIEME RACCONTIAMO 11!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, immagino, ti faccio lavorare!!!
      Però, davvero, ripeto, mi era scocciato mancare.
      E da domani di nuovo in pista!

      Elimina
    2. Oh, Squittix, scherzavo eh...
      Lo sai che le mie regole sono alquanto elastiche. Avevo accettato quella di Regina in ritardo certo che accettavo i tuoi. Anzi hai un post tuttoer te! 😆

      Elimina
    3. Prego! Siamo qui per divertirsi mica dobbiamo essere fiscali, daiii...finirebbe il divertimento

      Elimina
  3. siiiiiii troppo belli tutti ma mi piace troppo l'ultimo ....mi piace mi piace troppo ... anche se è un po doloroso ... e noi saimo abituate a soffrire ....mmmmmmm ci leggo qualcosina eh ???? io lavoro molto con la fantasia ... superbrava Fede .... un abbraccione

    RispondiElimina
  4. Ecco qui... mi sa che non ho ben presente il termine sera ahahahhaha
    QUI

    RispondiElimina
  5. Evviva! Vedi che le strigliate servono!!! A me ha fatto morir dal ridere il secondo racconto...carinissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me Barbara.
      Tu fa finta di niente. Ogni tanto.... striglia 😃

      Elimina
    2. Brava, Comare Maggiore! Servi!
      Ma lo sai che il suggerimento per quel finale è stato suggerito dal pargolo?
      Ho chiesto .... guarda l'immagine ... cosa ti viene in mente?
      Mi ha detto ... un trampoliere!!!
      Ecco ...

      Elimina
  6. Ma che bravaaa, ci hai dato dentro eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Massimiliano. Un peccato mancare.
      E poi mi rimaneva un "buco" ... volevo i miei raccontini tutti belli schierati!

      Elimina
  7. BUON COMPLEANNO cara Federica!
    Un abbraccio forte forte
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazieeeeeeeeeeeeeeeeee, Maria! Grazie!
      Sei un tesoro!

      Elimina
  8. Ma che leggo?????? La Super Maga Squittix compie gli anni???
    Ma daiii! Ma anche le maghe..non lo sapevo!
    E allora tutti insiemeeeeee:

    TANTI AUGURI A TEEEE TANTI AUGURI A TEEEEE, TANTI AUGURI A SQUITTIX TANTI AUGURI A TEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Patri, ho cercato di bypassare l'evento, ma non ci sono riuscita.
      Sai che sfiga!

      Elimina
  9. Squitty ioneho compiuti più di te, quindi... :)

    RispondiElimina