Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

26 gennaio 2016

Insieme raccontiamo 5 - Collisione

Archiviate le vacanze natalizie Insieme Raccontiamo ritorna ai suoi ritmi normali (incipit di Patricia al 20 del mese, finali entro il 30): dieci giorni per focalizzare, sperimentare, inventare, comporre. Dieci giorni per impegnarsi in una sfida, che sta dando grandi soddisfazioni alla padrona di casa, vista la grande e sempre entusiasta partecipazione, ma che sta regalando anche un sacco di divertimento a tutti noi, che ogni mese ci cimentiamo nell’impresa.
 
Le regole ormai sono note, ma mi pare doveroso ricordarle:
 
  1. un incipit, due possibilità di completare il racconto (200/300 battute; 200/300 parole);
  2. si può partecipare, scrivendo un finale breve oppure un finale lungo;
  3. i due finali possono essere concatenati;
  4. il post può essere arricchito con un motivo musicale, con un video, con un disegno, con un’immagine

 

A questo punto non mi resta che svelare l'incipit  di Patricia …

Era il momento giusto. La luna era alta in cielo. Nessuna nube a farle da velo.

Prese quanto le serviva, lo mise nel suo zaino di luce e si alzò.

Presto tutti avrebbero capito chi era. Chi comandava.

 

… che io ho completato così …

Si era veramente stancata di avere un ruolo secondario, marginale.
Non ne poteva più di vivere in sua funzione, di farle da dama di compagnia. Un’appendice, un accessorio, un complemento, questo era, non ci si poteva fare nulla.
Va bene ... lei era molto più grande, molto più luminosa, decisamente più bella, però c'era un limite di sopportazione e ne aveva abbastanza.
L'attenzione era sempre e solo per lei. Lei veniva notata per prima, ammirata per prima, contemplata per prima. Non era neppure antipatica, volendo, ma il ruolo di prima donna era indiscutibilmente sempre e solo suo. E questo la rendeva automaticamente insopportabile.
Non poteva dirsi invidiosa, questo no, non era nel suo stile, ma ormai era solo questione di tempo e lei se ne sarebbe andata. Lo capiva, certo: un invito del genere non poteva essere rifiutato. Neppure nei loro sogni più segreti avevano osato immaginare un posto in quella galassia dal nome così strano, ma naturalmente era solo uno, non ci sarebbe stato posto per tutte e due.
Sarebbe rimasta sola in mezzo alla costellazione. A chi avrebbe raccontato le sue storie? A chi avrebbe fatto promesse? A chi avrebbe donato il suo ... amore?
Fu in quel preciso istante che tutto fu chiaro: l'amava. Ci aveva messo così tanto tempo per capirlo? Era dunque per questo?
Ed ora era troppo tardi ... a meno che ...
Le venne un'idea, difficile da realizzare, ma non impossibile. Era pure il momento propizio, erano ormai vicinissime. Che il destino, per una volta, le fosse amico?
Raccolse tutta l'energia luminosa a sua disposizione e si preparò all'impatto. Si sarebbe tuffata in mezzo alle polveri e ai gas che circondavano la sua compagna, regalandole così, finalmente, dopo tutto quel tempo, il suo amore sincero.
Un amore fatto di mille colori.

(298 parole)

stelle 

Una storia d’amore così romantica non poteva non avere la sua colonna sonora:

doc1 (video)

 

Quella che vi ho raccontato è una storia vera, sapete?

È successo tutto cinquemila anni fa, ma lo vedremo solo fra due anni e mezzo.

Si tratta dello scontro fra due delle più luminose stelle della nostra galassia, distanti dalla terra appunto cinquemila anni luce: la stella MT91 213 e la stella pulsar J2032.

Scoperta dagli astrofisici dell’Università di Manchester, MT91 213 è la stella principale, con una massa quindici volte superiore a quella del Sole e con una luminosità fra le più elevate della nostra Galassia (diecimila volte superiore a quella del Sole).

Attorno a questa stella gira la stella pulsar J2032. È una sfera di materia iperdensa e magnetizzata, che racchiude – nel diametro di appena venti chilometri – una massa pari a due volte quella del nostro Sole e che ruota su se stessa sette volte al secondo. La sua presenza è stata individuata nel 2009 grazie allo strumento a raggi gamma LAT (Large Area Telescope) del telescopio spaziale Fermi della NASA.

Cinquemila anni fa le due stelle si sono scontrate e fra due anni e mezzo noi vedremo il loro scontro, che pare sarà fra i più imponenti che hanno coinvolto la nostra Galassia.

Gli astrofisici di tutto il mondo stanno già pianificando una vasta campagna di osservazioni con i migliori telescopi dello spazio.

(fonti: qui e qui)

 

01

 

Qui tutti i post dei partecipanti.


E qui sotto le mie precedenti partecipazioni a Insieme Raccontiamo:

Insieme Raccontiamo 1 - La giostra
Insieme Raccontiamo 2 - Sopra una nuvola bianca
Insieme Raccontiamo 3 - Il sabba
Insieme Raccontiamo 4 - L’angelo
 
 
Arrivederci al prossimo appuntamento.

17 commenti:

  1. Squitty alias Federica ... nn guardi di telegiornali e poi sei così documentantata su quello che è successo 5mila anni fa qui dietro l'angolo ...inutile dire che mi sono inamorata di questo racconto bellissimo stratosferico luminoso ...troppo brava ... e ora mi hai steso non ci penso neppure a scrivere altro ... rimango al palo a vedere ....bravissima
    completamente persa nella galassia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha, Giusiiiiiiiiiiiiiii, ma io c'ero 5000 anni fa, che credi?
      L'hai fatto poi il post???
      Devo ancora andare a leggere tutti i finali, miseria.
      Ma ci sto arrivando. Fra un po' siamo già al 20, Patricia mi uccide,

      Elimina
    2. senti invece di spaccare tazze ... leggi il post ... certo che l'ho fatto ....
      e se hai 5000 anni ... mi daresti indirizzo del tuo chirurgo plastico???
      alla prossima....
      p.s. riscritto perchè ho fatto un sacco di errori ... tuo figlio mi avrebbe bocciata ahahahah

      Elimina
    3. Giusiiiiiiiiiiiiiii, le Comari per stare dietro a tutto stanno facendo i salti.
      Arrivo a leggere i post. Tutti.
      Ma devo prima finire di rispondere ai commenti! In arretrato da fine gennaiooooooooooo

      Elimina
  2. Risposte
    1. Giusi... se rimani al palo di sgrido ehh....... :)))
      e poi..... shtttt, detto tra di noi, in gran segreto. Squitty è informata su questo fatto...perchè era presente!!!
      L'ho vista!!!!!!
      Però, acqua in bocca.Non dirle che te l'ho detto... ahahahahahah

      Elimina
    2. Ahahahahha, ecco, appena scritto senza neppure leggere questo commento.
      Allora, Patri, c'eri pure tu? Di' la verità!!!

      Elimina
    3. Io non c'ero... se c'ero dormivo prrrrr

      Elimina
  3. Wow Federica! Un racconto "stellare". Mi piace un sacco! Giusi che fai ti tiri in dietro... guarda che io aspetto di leggere anche il tuo finale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barby, è arrivata l'ispirazione!!! E quando arriva, esplode.
      Come le stelle!

      Elimina
  4. Brava Fede. Mi piace molto!!!!
    Sarà che l'astronomia, a livello dilettantistico eh, mi è sempre interessata.
    Anche tu, stai fuori di sera naso all'aria?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no, io la sera sto infilata sotto il piumone in maniera indegna.
      L'astronomia, Patri, è un ricordo vago della scuola. Andavo bene, ma non mi ha mai preso tantissimo.

      Elimina
    2. Come noi allora. Una volta sì, passavamo qualche ora a curiosare con la testa in su. Passando gli anni... andiamo a curiosare in casa di Morfeo ahahahahah

      Elimina
  5. Bello bello, mi è piaciuto molto :)))

    RispondiElimina
  6. e caspita!!!! hai detto niente eh..... wow che spettacolo ci attende....
    bellissimo il finale del racconto e, in più, grazie delle info.... non vedo l'ora....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti con il naso all'insù allora!!!

      Elimina