Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

30 aprile 2015

XII Giornata della Pace - Una lettera dallo spazio - Samantha Cristoforetti risponde ad Aysha

00
Quando, due settimane fa, il Pripi ha portato a casa il suo quaderno di italiano non ho creduto ai miei occhi.

Sulle prime mi é venuta la pelle d'oca alta così, poi ho provato solo una grandissima gioia, perché la storia narrata fra quelle pagine era così speciale, che ha dell'incredibile!

Oggi, reduce dalla fantastica giornata di ieri,  ve la voglio proprio raccontare, perché sono proprio le storie di questo tipo a rendere il mondo migliore.

La sua protagonista é una bambina pakistana, compagna di classe del Pripi da circa quattro anni, prima alla scuola materna ed ora a quella primaria.

Una bambina splendida, di grande intelligenza e di grandissimo coraggio, che nell’aprile 2013, durante la gita all’Ortinparco di Levico Terme, mi si parò davanti del tutto inaspettatamente, scrutandomi con i suoi bellissimi occhi neri e dicendomi con aria sorniona Io sono Aysha e sono SUA amica – sua del Pripi, si intende – e sul treno mi siedo vicino a lui.

Fai bene – le dissi senza scompormi un attimo, ma pensando dentro di me Apppppperòòòòòò.

Da allora Aysha ed io siamo diventate amiche. Un’amicizia fatta di grandi sorrisi, di ciao Federica urlati da un lato all’altro della strada, visto che di solito arrivava alla materna con la sua mamma, quando io me ne stavo già andando, di affettuosi abbracci spontanei, conquista più recente questa.

Aysha sempre elegante nei suoi abiti tradizionali.

Aysha quasi sempre accompagnata a scuola da un nonno gentile e amichevole.

Aysha, che è l’unica che mi chiama per nome, quando vado a fare i lavoretti a scuola, perché lei dice, vantandosi un po’ con le sue compagne, io la conosco.

Aysha, che un giorno ha deciso di scrivere ad Astrosamantha, grazie anche all’aiuto dei suoi insegnanti.

Nuovo Documento di Microsoft Office Word

Aysha, che ha ricevuto un messaggio di risposta da lei in persona, dalla Samantha spaziale, che non le ha scritto da casa sua - cosa che sarebbe stata già da ricordare – ma direttamente dallo spazio.

Nuovo Documento di Microsoft Office Word

Aysha, che ha pure ricevuto le fotografie dei suoi due paesi: il Pakistan e l'Italia.

Nuovo Documento di Microsoft Office Word

Aysha, che ha giustamente festeggiato con i suoi compagni, dopo la comunicazione ufficiale del dirigente scolastico. Come avrei voluto essere una mosca per vedere le facce dei bambini in quel momento!

Nuovo Documento di Microsoft Office Word

EPSON MFP image

Aysha, che é finita in televisione.

video

video


video

Aysha, di cui hanno parlato tutti i giornali locali.


EPSON MFP image

(Vita Trentina – 26 aprile 2015)

EPSON MFP image

L'Adige 01

(L’Adige – prima pagina – 30 aprile 2015)

L'Adige 02

(L’Adige – pagina 24 – 30 aprile 2015)

Trentino 01

(Trentino – prima pagina – 30 aprile 2015)

Trentino 02

(Trentino – pagina  31 – 30 aprile 2015)

Aysha, che é messaggera di pace

32 commenti:

  1. Non ci sono parole per rispondere questo post!
    Ho le lacrime agli occhi!!!
    GRANDI I BAMBINI!!!!!!!!!!!!!
    NON ROVINIAMOLI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Ti condivido su g+ e sul mio blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi qui a rispondere, in ritardo come sempre ultimamente.
      Grazie. Patricia. per le condivisioni: queste storie sono davvero da raccontare.
      E sì, purtroppo siamo noi a rovinare i bambini.

      Elimina
  2. Il video davvero commovente, è tutto molto emozionante....la purezza dei bambini...grande l'astronauta a rispondere...tutto stupendo...anche le bandane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy, non ti dico quanto bello è stato essere presente!
      Adoro queste iniziative per i bambini.

      Elimina
  3. Splendida e dolce Aysha, mi unisco al tuo grande desiderio di pace. Bellissima la risposta che ti ha mandato Samantha "il ponte di pace sei tu...", ognuno di noi, nel suo piccolo, deve essere un ponte di pace. Bellissima questa iniziativa di Trento, brave insegnanti e.... Ciao Piccola Grande bambina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta nell'armadio, Anna Maria!
      Esatto la risposta di Samantha è stata davvero bellissima e racchiude una grande verità!

      Elimina
  4. Bellissimo post Federica!!! I bambini sono unici!!!

    RispondiElimina
  5. mi sono commossa anch'io ... che bellissima esperienza per questi bimbi ... piccoli uomini e donne che crescono in un clima di fratellanza .... speriamo si avveri tutto stupende anche le parole della nostra Austronauta ....Fede ... le tue bandane ....le ho viste grandi ... siete stati meravigliosi .....tanti complimenti di cuore ... un abbraccio
    giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusi cara, non ti dico i lacrimoni che sono venuti a me, quando ero lì a fotografare e filmare l'evento!

      Elimina
  6. Di solito mi fai sempre ridere con i tuoi post, ma questa volta sei riuscita a commuovermi fino alle lacrime.
    Grazie, davvero stupendo. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, Dani, Dani ..... ogni tanto bisogna essere pure seri!
      Soprattutto quando ci sono di mezzo i bambini!

      Elimina
  7. post molto commovente così come il video ... ciao ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu, se tu vedessi il video integrale, non lo stralcio della tv, altro che lacrime .....

      Elimina
  8. Ma dai, che emozione... mi sono commossa anch'io!

    RispondiElimina
  9. grazie per questo post...è bello commuoversi e rallegrarsi allo stesso tempo!
    lori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla, Lori. E' stato un piacere raccontarvi questa storia.

      Elimina
  10. E' troppo bello questo post... davvero davvero emozionante... La bimba è bellissima dentro e fuori, e tutto questo mostra l'amore che può esserci nel cuore, una luce che può coprire l'oscurità del male e della guerra.
    Un grande grande abbraccio ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sante parole, Vivy. E grazie per le tue condivisioni!
      Baciiiiiiiiiii

      Elimina
  11. Che commozione leggendo questo post Federica!
    Il mondo ha proprio bisogno di bimbi così ma soprattutto di famiglie e insegnanti come questi che sanno instillare pace nei cuori. Avremo così un futuro migliore. Un forte abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Maria, sono le famiglie e gli insegnanti che fanno la differenza.
      Perché i bambini sono puri e devono essere plasmati da noi.
      Un abbraccio

      Elimina
  12. Fa bene al cuore leggere questi avvenimenti.
    Fortunata a conoscere di persona Aysha

    RispondiElimina
  13. Ma perché ero certa di aver commentato questo post?... demenza senile @_@
    Vabbè
    Senza parole, una storia troppo bella e commovente!
    Congiunzione perfetta tra persone che parlano con il cuore. Aysha ti auguro di restare sempre così splendida, vera e coraggiosa come sei!
    Una bellissima testimonianza Fede <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabiola!
      E' stata una grandissima giornata, piena di emozioni per tutti!

      Elimina
  14. I bambini sono la parte migliore dell'umanità. Bellissimo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Romina!
      E benvenuta nell'armadio (scusa, soprattutto, il ritardo nella risposta)

      Elimina
  15. davvero commovente! E Samantha si è dimostrata una persona di gran cuore e generosa! P.S. Bravissima anche la maestra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi, Stefania, che gli insegnanti giocano un ruolo fondamentale.
      Noi siamo stati davvero molto fortunati.

      Elimina