Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

27 aprile 2015

Bandane arancioni per la Festa della Pace

Quando, lunedì scorso, la maestra del Pripi mi ha chiesto, se le avessi potuto dare una mano a tagliare le bandane per la Festa della Pace, ho naturalmente risposto di sì. Dico naturalmente, perché – e voi lo sapete bene – mi sono sempre divertita un mondo a partecipare alle attività scolastiche fin dalla scuola materna.

Ma poi, suvvia, che sarà mai tagliare ventiquattro bandane in circa dieci giorni? Io non mi sono posta neppure il problema in verità. Basandomi sull’esperienza di questi mesi (tutto ciò che ho preparato è stato moltiplicato per ventiquattro), calcolando i tempi di lavorazione, considerando gli impegni già presi e mettendo in preventivo qualche imprevisto, la cosa mi pareva più che fattibile.

Non ve l’avevo detto? Alla scuola primaria sono quasi di casa ormai, avendo già collaborato alla realizzazione del lavoretto natalizio, di quello pasquale e affiancando la maestra nel Percorso delle Emozioni, che è un’esperienza a dir poco entusiasmante e di cui non vedo l’ora di raccontarvi.

Sì, ecco, diciamo che io alla primaria mi sono ambientata subito.

Ma non divaghiamo, torniamo alle bandane.

Torniamoci, perché martedì scorso – durante le udienze - ho assistito ad un fenomeno assolutamente unico: la moltiplicazione delle bandane. A quanto ne sapevo io gli unici a moltiplicarsi erano i pani ed i pesci, quindi potete ben immaginare la mia sorpresa, quando ho scoperto che le bandane da tagliare erano solo duecento.

Ho avuto un mezzo coccolone, non tanto per la quantità – che in un tempo del genere avrebbe certo creato un bel po’ di lavoro in più, ma non avrebbe costituito un grosso problema - quanto piuttosto perché ormai la mia settimana era stata pianificata e avevo tutta una serie di cose da fare, che non potevo rimandare. Fra il resto l’intero fine settimana era occupato dall’Operation Pork (e pure qui da raccontare di cose ne avrei molte).

Ma io amo buttarmi a capofitto in imprese quasi folli e, dunque, con la solita incoscienza, ho detto ok, va bene!

Presa in ostaggio dal maiale per quattro giorni, in cui non ho fatto altro che sistemare, surgelare e cucinare, sono arrivata ieri sera – praticamente come uno zombie - al taglio delle bandane.

No, non ho trascorso la notte in piedi, altrimenti non sarei qui a farvi il resoconto. Ho semplicemente cominciato il lavoro e, soprattutto, ho fatto il mega calcolo per l’acquisto della stoffa mancante, che verrà comprata oggi.

Vi racconto, dunque, cosa ho combinato, nel caso vi venisse voglia di tagliare duecento bandane tutte insieme e non voleste sprecare troppa stoffa.

Cominciamo con il dire: non fate quello che ho fatto io! La mia genialata è stata quella di tirar giù tutta la stoffa dal suo supporto, con lo scopo di misurare l’effettiva metratura del tessuto. Vista la qualità dello stesso, mi sono solo complicata la vita, credetemi.

Non penserete mica a super bandane di cotone purissimo, vero? A quelle cotonine meravigliose che lavorarle è solo un piacere? A quelle stoffe che tengono la piega senza storie? Ma voi lo sapete che la scuola italiana è poverella, vero? E che bisogna fare i conti anche con il budget? Ecco, appunto.

Di uno splendido color arancione, la stoffa in questione era uno scivolosissimo tessuto sintetico, che ho dovuto placare sul pavimento per l’impossibilità di lavorarlo sul tavolo.

Ma aveva almeno un pregio: era alto 80 cm. E questa, fatte alcune prove al volo, si è rivelata l’altezza perfetta per portare avanti il lavoro in maniera quasi meccanica, senza sprecare neppure un centimetro di stoffa e riuscendo ad avere, soprattutto, le bandane della misura adatta per dei bambini della scuola primaria.

Dopo aver fissato il tessuto con degli spilli sul lato della cimosa (praticamente impercettibile), ho costruito un quadrato avente 80 cm di lato e ho evidenziato con una matita per tessuto le due diagonali.

01

Ho tagliato lungo la prima diagonale, ottenendo due triangoli.

02

E poi lungo la seconda, ricavando i quarti.

03

Bisogna ricordare di tagliare lo spicchio numero 4 lungo il suo lato maggiore, perché la stoffa è doppia.

In questo modo si ottengono, abbastanza facilmente, otto bandane.

Per fortuna, con un tessuto del genere, le cuciture non sono necessarie.

Tempo occorrente per 56 bandane: circa un’ora e mezza. Eccole qui, pronte da consegnare.

04

Chissà come verrà utilizzata la bandana mercoledì mattina. Così …

05

… oppure così?

06

Sono proprio curiosa di vedere.
Ma non finisce qui.

07

La Festa della Pace nasce dall’iniziativa di alcune scuole della città di Trento come risposta alle stragi dell’11 settembre 2001.
Per saperne di più: Progetto Tuttopace

LA GIORNATA DELLA PACE

“RELAZIONE POSITIVA” - DIAMOCI LA MANO
Trento - 29 aprile 2015
XII Edizione

FESTA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI, RAGAZZE E RAGAZZI DELLE SCUOLE DELLA CITTA’ E DINTORNI, CON LA PARTECIPAZIONE DI STUDENTI DI ISTITUTI SUPERIORI.

Trento, città che accoglie, che promuove relazioni, che educa...

“La pace comincia da me…”

La festa quest'anno è dedicata alla  “RELAZIONE POSITIVA” - DIAMOCI LA MANO
PROGRAMMA
Gli alunni delle varie scuole entreranno in piazza Duomo da 4 diverse vie.

9.15 - 9.30   PARTENZA DEI VARI GRUPPI - SCUOLE CHE SI MUOVERANNO PER LE VIE DELLA CITTA' (su indicazione degli insegnanti “conduttori”), mostrando le “parole-chiave”.

Gli  studenti dell'Istituto Artigianelli accompagneranno le varie scolaresche.


9.30 - 9.40   ARRIVO IN PIAZZA DUOMO E POSIZIONAMENTO SUI SEMICERCHI SEGNATI MENTRE ANDRANNO MUSICHE E CANTI DAL MIXER

Le studentesse e gli studenti degli istituti superiori aiuteranno le scuole a posizionarsi. Anche gli animatori, sui trampoli, aiuteranno le scuole a posizionarsi.


9.45   GLI ANIMATORI SALUTANO LA PIAZZA, RICORDANO IL 12° COMPLEANNO DELLA FESTA E PRESENTANO LE SCUOLE. 

Gli alunni rispondono con le  parole – chiave.

9.50   CANZONE “VENTI DI PACE”

9.53   CANZONE “AMICIZIA PREZIOSA”

9.57   DANZA “WASSUMA”

10.00   CANZONE “FESTA MULTICOLORE”

10.O3   SALUTO DEL SINDACO

10.10   ANIMAZIONE DELLA PIAZZA: “UN CASTELLO DI PACE”

10.50   DANZE “PAIRIS DI EMILIO”, “MOE ANA”

11.05   TIME OUT

11.06   CONTRIBUTO ALUNNI SCUOLA BRONZETTI

11.10   SPETTACOLO SBANDIERATORI

11.20   CANZONE “IL MONDO E' DI MILLE COLORI”

11.25   CONCLUSIONE CON LANCIO DEI PARACADUTI


Aggiornamento delle ore 20.00

Una task force di tre maestre ed un mamma ha portato a termine, in poco più di un’ora, l’impresa quasi titanica, tagliando alla velocità della luce e con un’organizzazione scientifica le 144 bandane rimanenti!

01b

02b

Obiettivo raggiunto!

22 commenti:

  1. Se su questo blog, un giorno dovessi vedere un post in cui racconti di un progetto durato solo mezz'ora...mi preoccuperei seriamente!
    Ma ti droghi? No perchè io non so come diavolo fai a passare da 4 giorni di operation pork al taglio di 200 bandane come se stessi cambiando il colore dello smalto per le unghie!
    Mitica Squitty!!!
    Attendo con ansia il progetto di domani ;-)))
    Un mega abbraccione comare <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, in mezz'ora, tiro fuori appena il materiale per cominciare.
      Io non ho mica la craft room della Rosy!
      Non mi drogo, ma oggi sono cotta, lo ammetto!

      Elimina
  2. Una cosina da niente vedo!!!! Ahahaha
    A parte gli scherzi, una bellissima iniziativa e un grande onore potervi partecipare.
    Tu come al solito sei troppo buona e ti dai sempre senza riserve, ma poi ne esci sempre fiera e soddisfatta!!!
    Brava, abbiamo sempre da imparare con te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sai che io mi diverto! E poi questa è veramente una buona causa!
      Non vedo l'ora che sia domani, sono curiosissima!

      Elimina
  3. E brava! E' bellissimo partecippre alle iniziative scolastiche. Far vedere che ci siamo ache noi genitori ma così... nnon è esagerato?????? :)))))
    Comunque se ci riesci e ci riuscirai sennz'altro sei un grande genio!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patricia, come forse avrai visto nell'aggiornamento, ce l'abbiamo fatta.
      Ma non ero da sola. Ovviamente.
      Non sono bionica!

      Elimina
  4. ma che forte che sei ....però si mi sento così anch'io .... partecipo spesso e mi butto a capifitto e quanto il figliolo era piccolo era straordinario essere in mezzo a mille progetti .....che nostalgia ....però pensa te bandane per la festa della pace e hai appena accoppato un maiale .....povero maialino .... era buono almeno ...credo lo diventerà .... un abbraccio fantastica Fede
    giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, Giusi, è straordinario. Una botta di vita e di energia, bisogna fare queste cose, avendo il tempo di farle.
      Io non ho accoppato il maiale, ho assunto un sicario che si occupasse della cosa.
      Io l'ho solo messo in freezer e in padella.
      Non ho idea, se fosse buono, l'ho visto una volta di sfuggita, ma la sua ciccia è fantastica!

      Elimina
  5. deliziosi brava, ehm...anch'io mi sono ambientata alle primarie, è la terza volta che le comincio waahahhah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah, ti hanno bocciata allora!!!
      Che vergogna!!!!!!

      Elimina
  6. Anche io non so resistere!!! Ma per il momento devo moltiplicare per 19!!! Bellissima questa manifestazione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, Barby, lo so!
      Pensa solo che potremmo sempre dire "io c'ero".
      Ne vale sempre la pena!

      Elimina
  7. Povero Pork :(
    Comunque sei davvero masochista a prestarti a questi progetti così corposi... A scuola sarai una celebrità, di sicuro :)

    Comunque bella manifestazione, è bello che i bambini e i ragazzi più grandi si uniscano in certi progetti a buon fine...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il maialino sta benone ... gli ho preparato una casetta accogliente!
      Ma no che non sono una celebrità, ci mancherebbe.
      Cerco solo di dare una mano.
      Manifestazione lodevole, vero? Vi racconterò come va a finire!

      Elimina
  8. E ci credo che a scuola ti adorano!!!! :D
    Brava brava brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah, sì si, hanno messo pure la mia foto sul corridoio!!!
      No, dai, è bello rendersi utili!
      E poi mio figlio è contento!

      Elimina
  9. Ma brava Federica!
    Superdonna! Un lavoraccio mica da ridere tagliare tutte queste banda e e trovare il tempo anche per tutto il resto!
    Fai invidia a wonder woman!!!
    Un abbraccione Maria
    P.S. Bella la collaborazione alla primaria. Goditela perché medie e superiori, purtroppo, é tutta un'altra cosa (soprattutto rogne!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria, magari essere Wonder Woman, sarebbe tanto utile in certi casi!
      E comunque bellissima la partecipazione a scuola: una grande opportunità.

      Elimina
  10. Bandane arancio...... io adoro questo colore e condividoquindi in pieno la scelta per festeggiare questa giornata speciale!
    200 bandane sono però un numero considerevole.... ma tu sei Wonder Woman, come minimo le bandane le hai ricavate tagliando il tuo mantello!!! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri.
      I colori sono stati scelti già da qualche anno e ogni scuola ha il suo. Diciamo che le bandane arancioni, assieme a quelle gialle, erano quelle che si notavano di più!

      Elimina
  11. Super Squitty colpisce ancora!
    Bravissima. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani! Colpito perché aiutata, altrimenti sarei ancora lì!

      Elimina