Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

10 dicembre 2014

Il mercatino del Zanella (4/4) - Candeline con i tappi di riciclo

Sabato ci sarà il mercatino natalizio della scuola materna (per noi ormai ex)  e io ovviamente ci sarò con il solito entusiasmo e la solita curiosità. Tuttavia, prima di lanciarmi in queste nuova esperienza, vorrei finire di mostrarvi i lavoretti, che avevo preparato per quello di giugno.

Dopo le margherite puntaspilli, i portamatite di cotone e spago e i portachiavi con i tappi di riciclo, è giunto finalmente il momento di queste piccole candele, che si preparano davvero in poco tempo e possono essere un gioco divertente da fare con i bambini, oltre che, naturalmente, un modo per smaltire le vostre raccolte di tappi riciclati.

Ho scelto dei tappi di media dimensione, tipo quelli del latte.

01

Ho preso un foglio di gomma crepla color verde marcio,

02

dal quale ho ritagliato tante striscioline con l’aiuto della forbice seghettata. Ho calcolato un’altezza più o meno doppia rispetto al tappo e una lunghezza pari alla circonferenza del tappo stesso.

03

Ho creato degli anelli, che ho fissato con la colla a caldo all’interno del tappo.

04

05

06

07

Da alcuni ritagli di gomma crepla rossa e gialla ho ricavato tanti coriandoli (il colore, ovviamente, può variare a seconda dei gusti), usando una perforatrice. Considerato che quella in mio possesso è un modello ante guerra in ferro pesantissimo (e infatti proviene direttamente dagli ormai non più esistenti uffici della ditta del mio papà), vi posso garantire che l’operazione è stata piuttosto lunga. Il tutto perché lavorare vintage è molto più figo!

08

Con l’aiuto di uno stuzzicadenti, perché non abito a Lilliput e di pennelli così piccoli sicuramente non ne avevo, ho spalmato di colla i minuscoli puntini di gomma crepla e li ho appiccicati su quello che è diventato, forse l’avrete pure capito, un bel prato fiorito.

09

10

Ho nascosto il punto di chiusura del prato, creando delle bandierine con il logo della scuola materna attaccato su alcuni stuzzicadenti.

Naturalmente ho collocato al centro le candeline.

11

Nota: è importante verificare fin dall’inizio l’ingombro delle candeline + la gomma crepla dentro al tappo

Controindicazioni: queste candeline non sono per nulla compatibili con una giornata bollente, quale è stata il 7 giugno di quest’anno, perché si sciolgono; una task force le ha comunque messe in salvo e le ritroverete tutte, belle schierate, sulla nostra nuova bancarella

Se vi venisse l’insano istinto di venire a visitare quei luoghi di follia che sono i Mercatini di Natale di Trento, proprio nel giorno di Santa Lucia, quando il delirio raggiungerà la sua apoteosi, passate da Piazza Santa Maria Maggiore. Proprio sul sagrato della chiesa, giusto giusto accanto al banchetto dei würstel (ché non ci facciamo mancare niente), ci sarà la nostra bancarella.

Sempre che riusciate ad arrivarci.

16 commenti:

  1. Wow, un idea simpatica per riciclarli!!
    Qui da noi i tappi li teniamo e li diamo ad un associazione per i bambini disabili con quelli loro ci comprano le carrozzine!!

    un bacetto
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carine vero?
      Anche da noi i tappi vengono riciclati, ci sono appositi punti di raccolta.

      Elimina
  2. Che bellissima idea! Mettono tanta allegria e di sicuro faranno furore! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo, Vivy, più cose verranno vendute, più le casse della materna si riempiranno!

      Elimina
  3. Ma che belle Federica!
    Grazie anche per le dritte sulle giornate supercalde.
    Ai mercatini verrei volentieri per vedere te, ma, sinceramente, evito come la peste,i luoghi così affollati durante le feste! (non sono neanche andata in centro a Verona vista la ressa per santa Lucia e natale).
    Auguroni per il mercatino comunque.
    Un abbraccione Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria, è meglio che io non esprima pubblicamente il mio parere sui Mercatini di Natale di Trento, perché mi mandano i Carabinieri!
      Sappi solo che in questi periodi di follia, con la città sotto assedio, io riempio il frigo già al venerdì e mi blindo in casa per tre giorni.
      Dai Mercatini mi tocca passare per portare mio figlio a scuola, ma finisce lì.
      Io detesto i luoghi affollati e rimango incredula, osservando la massa dei turisti che, come pecore, si accalcano davanti alle bancarelle.
      Sorvolo sullo stato pietoso, in cui rimane la città dopo l'assedio e sul disagio per i residenti.
      No comment, è meglio!
      Sabato sarà, da questo punto di vista, un'agonia!

      Elimina
  4. Magari venirci lassuuuuu!
    Magari conoscerti lasssuuuuuu!
    Magari pure banchettare a wurstel e birra insieme a te!
    Ah già...mi ero persa in questa visione di me e te lasssuuuuu..
    che mi son dimenticata pure le candeline deliziose che hai creato! Belle e coloratissime...immagino che con la fiammetta accesa l'effetto sia calorosissimo! Ti adoro detto già ;-)
    Un supermega bacio amica ♡♡♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah, Fabiola, questa visione può anche essere realizzata, eh! Non sono mica in capo al mondo.
      Certo in inverno .... però ti prenoto per questa estate!

      Elimina
  5. belle le tue montagne, ho passato degli inverni bellissimi e delle estati splendide lassù
    ma ora con la val d'aosta vicina sono sempre qua
    bella idea il riciclo dei tappi per fare candele
    bacioni
    carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però, cara Carmen, adesso conosci me! Non è un valido motivo per lasciar perdere la Val d'Aosta?

      Elimina
  6. Un'idea carinissima davvero... a volte basta poco per creare qualcosa di carino e questo ne è un esempio lampante! :)

    RispondiElimina
  7. Che carini!!! Dopo le feste avanzeranno un sacco di cose apparentemente inutili....ti chiederò consiglio su come utilizzarli!! ...... Niente tè questa settimana???!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, niente tè, non ce l'ho proprio fatta.
      Da un lato ho terminato i lavoretti di Natale con la classe di mio figlio (scuola primaria), dall'altro ho dato una mano per il mercatino della materna.
      E' stata una settimana dedicata alla creatività, il pc non l'ho quasi visto.

      Elimina
  8. Immaginavo.....questa è la vita di una mamma piena di vita e creatività!!! Altro che....che le casalinghe non fanno niente!!! Ne so qualcosa anch'io!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le casalinghe non fanno niente .... ah, ah, ah ..... diciamo che fanno molto più di quello che si immagina e manco vengono pagate!!!

      Elimina