Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

31 luglio 2014

UN TÈ DENTRO L’ARMADIO (16/2014) - Leggere

libri
Ho ricominciato a leggere!
 
Qui lo dico e qui lo ripeto: ho ricominciato a leggere.
 
E lo dico pure con una certa soddisfazione, calcandoci un pochino la mano: ho ricominciato a leggere oppure ho ricominciato a leggere o magari HO RICOMINCIATO A LEGGERE!
 
Perché tanta enfasi, vi chiederete? Perché scriverci addirittura un post? Perché sbandierarlo ai quattro venti, neppure fosse un evento di portata mondiale? Ve lo dico subito: perché, dopo un paio di mesi di allenamento, posso dire di essermi riappropriata di un passatempo che è sempre stato mio, ma che nell’ultimo periodo era solo un vago ricordo.
 
E occorre scriverci sopra un post? Ci sono milioni di persone che leggono, ci sono esperti di libri, ci sono social network dedicati alla lettura, ci sono centinaia di blog che commentano, suggeriscono, recensiscono. Che cosa c’è da dire ancora?
 
Nulla di trascendentale forse, ma vi voglio dire la mia.
 
Ho sempre amato i libri, mi ricordo da sempre un libro sul comodino, un libro in valigia, un libro in attesa di essere comprato. Ho sempre pensato che leggere fosse uno dei migliori modi per passare il tempo, per imparare, per rilassarsi, per vagare verso altri mondi, per vivere emozioni.
 
Non sono mai stata una fanatica della lettura, questo no. Ci sono stati momenti di stasi o di minor interesse, dovuti in genere all’acquisto di un libro deludente oppure noioso, ma i libri non sono mai stati dimenticati o messi da parte del tutto.
 
Finché ho scoperto la blogosfera.
 
Il mondo dei blog è bellissimo, è vivo, è appagante, è una continua scoperta, ma può trasformarsi nella morte della lettura tradizionale e questo, purtroppo, è un dato di fatto. Certo questo non avviene, se il blog parla proprio di libri, diventando così uno strumento per lo scambio di idee e la scusa per leggere di più; non avviene neppure avendo a disposizione molte ore da dedicare alla lettura, il che è mediamente abbastanza improbabile; non avviene se la lettura è l’unico passatempo.
 
Ma se, come nel mio caso, il blog è un calderone di argomenti (che riflettono – o cercano di riflettere – i miei numerosi interessi), se si leggono post che parlano di tutto e di più (e più ne leggi e più ne trovi), se il tempo dedicato alla lettura è troppo poco (in questo sono molto esigente, perché non riesco a leggere con troppo rumore in giro, con radio o tv accesa, con interruzioni continue e poi, magari, ho anche altro da fare), che cosa succede?
 
Succede che la lettura viene abbandonata, che il libro cominciato dura anche tre mesi, che si fa fatica a concentrarsi, che la lettura dei post risulta più facile e forse meno impegnativa e, specie in un periodo intenso, decisamente più rilassante, anche perché fare quattro chiacchere con le amiche blogger è come ritrovarsi a prendere un tè in salotto (ché a me Un tè dentro l’armadio è mancato un sacco!).
 
Poi, per fortuna, ti imbatti in Lettura: online VS offline  di Fabiola (ve lo ricordate?) e cominci  riflettere, perché quelle parole ti rimangono in testa e continuano a ronzarti intorno, perché la pulce dentro l’orecchio comincia a svolgere egregiamente il suo lavoro, perché le considerazioni della nostra amica smuovono qualcosa e non lasciano scampo e perché, soprattutto, quegli studi sull’argomento sono un tantino inquietanti per noi che non siamo cresciuti a pane e pc.
 
In fondo lo sai che le cose stanno così, te ne accorgi, mica sei scemo, ma non riesci ancora a trovare la soluzione al tuo problema, perché continui a non trovare la concentrazione. E poi, inaspettata, la rivelazione. Ti leggi con molta curiosità Come leggere un libro a settimana proposto da #52 libri in 1 anno e cominci l’allenamento.
 
Non è azzardato definirlo così, perché la lettura mattutina non è mai stata un’abitudine (ad esclusione delle vacanze estive di qualche bell’anno fa) e quindi preparare il tavolo per la colazione, aggiungendo sistematicamente libro ed occhiali, all’inizio pareva veramente ridicolo, soprattutto perché l’operazione veniva fatta, come d’abitudine, la sera precedente e, dunque, pareva quasi di prepararsi per il compito del giorno dopo!
 
Quindi?
 
Beh, funziona! Funziona in maniera meravigliosa, anche se all’inizio ti pare di ritornare ai ripassi scolastici dell’ultim’ora. Però il cervello risponde, incredibile ma vero. Le rotelline cominciano a girare e ti ritrovi a rileggere pagine e pagine, teoricamente già lette, di cui non avevi capito assolutamente nulla, di cui non avevi colto neppure la metà dei particolari, delle quali conservavi un ricordo vago e approssimativo.
 
All’inizio si fa fatica, lo ammetto, perché la lettura online ti abitua a leggere in modo diverso e soffermarsi sui dettagli richiede uno sforzo pazzesco, ma poi il miracolo avviene e torni ad essere un lettore, un lettore vero.
 
Io amo la blogosfera, adoro scorrazzare nei  blog delle mie amiche blogger, mi risulta difficile ormai pensare le mie giornate senza un po’ di sano web, però, ragazze, perdonatemi, leggere è tutta un’altra cosa.
 
E allora, visto che ci siamo, vi propongo il gioco de I 100 libri che ho trovato da Daniela (Decoriciclo).
 
La BBC afferma che la maggior parte delle persone ha letto solo 6 dei 100 libri presenti nella seguente lista.
 
Istruzioni:
Copia la lista e condividila sul tuo blog. Se non hai un blog puoi commentare qui con quanti libri hai letto e quanti hai lasciato in sospeso.
 
Che ne dite di giocare con me? Che cosa avete letto?
 
(in verde i libri che ho letto, in giallo quelli letti parzialmente, in rosso quelli abbandonati, con l’* i libri che ho conosciuto solo/anche nella trasposizione cinematografica)
 
1.       Il Profeta – Kahlil Gibran
2.    Harry Potter – JK Rowling *
3.    Se questo è un uomo – Primo Levi
4.    La Bibbia
5.    Cime Tempestose – Emily Bronte
6.    1984 – George Orwell
7.    I Promessi Sposi – Alessandro Manzoni
8.    Orgoglio e Pregiudizio – Jane Austen
9.    La Divina Commedia – Dante Alighieri
10.  Piccole Donne – Louisa M Alcott
11.   Lessico Familiare – Natalia Ginzburg
12.   Comma 22 – Joseph Heller
13.   Il Signore degli Anelli – J.R.R. Tolkien *
14.    L’opera completa di Shakespeare 
15.    Il Giardino dei Finzi Contini – Giorgio Bassani   *
16.    Lo Hobbit – JRR Tolkien
17.    Il Nome della Rosa – Umberto Eco
*
18.    Il Gattopardo – Tommasi di Lampedusa *
19.    Il Processo – Franz Kafka
20.    Le Affinità Elettive – Goethe
21.    Via col Vento – Margaret Mitchell *
22.    Il Grande Gatsby – F. Scott Fitzgerald
23.    Bleak House – Charles Dickens
24.    Guerra e Pace – Leo Tolstoy
25.    Guida Galattica per Autostoppisti – Douglas Adams
26.    Brideshead Revisited – Evelyn Waugh
27.    Delitto e Castigo – Fyodor Dostoyevsky
28.    Odissea – Omero
29.    Alice nel Paese delle Meraviglie – Lewis Carroll
30.    L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera
31.    Anna Karenina – Leo Tolstoj
32.    David Copperfield – Charles Dickens
33.    Le Cronache di Narnia – CS Lewis
34.    Emma – Jane Austen
35.    Cuore – Edmondo de Amicis
36.    La Coscienza di Zeno – Italo Svevo
37.    Il Cacciatore di Aquiloni – Khaled Hosseini
38.    Il Mandolino del Capitano Corelli – Louis De Berniere
39.    Memorie di una Geisha – Arthur Golden
40.    Winnie the Pooh – AA Milne *
41.    La Fattoria degli Animali – George Orwell
42.   Il Codice da Vinci – Dan Brown *
43.    Cento Anni di Solitudine – Gabriel Garcia Marquez
44.    Il Barone Rampante – Italo Calvino
45.    Gli Indifferenti – Alberto Moravia
46.    Memorie di Adriano – Marguerite Yourcenar
47.    I Malavoglia – Giovanni Verga
48.    Il Fu Mattia Pascal – Luigi Pirandello
49.    Il Signore delle Mosche – William Golding
50.    Cristo si è fermato ad Eboli – Carlo Levi
51.    Vita di Pi – Yann Martel
52.    Il Vecchio e il Mare – Ernest Hemingway
53.    Don Chisciotte della Mancia – Cervantes
54.    I Dolori del Giovane Werther – J. W. Goethe
55.    Le Avventure di Pinocchio – Collodi (ne parlo
qui) *
56.    L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafon
57.    Siddharta – Hermann Hesse
58.    Il mondo nuovo – Aldous Huxley
59.    Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon
60.    L’Amore ai Tempi del Colera – Gabriel Garcia Marquez
61.    Uomini e topi – John Steinbeck
62.    Lolita – Vladimir Nabokov
63.    Il Commissario Maigret – George Simenon
64.    Amabili resti – Alice Sebold
65.    Il Conte di Monte Cristo – Alexandre Dumas
*
66.    Sulla Strada – Jack Kerouac
67.    La luna e i Falò – Cesare Pavese
68.    Il Diario di Bridget Jones – Helen Fielding *
69.    I figli della mezzanotte – Salman Rushdie
70.    Moby Dick – Herman Melville
71.    Oliver Twist – Charles Dickens
72.    Dracula – Bram Stoker *
73.    Tre Uomini in Barca – Jerome K. Jerome
74.    Notes From A Small Island – Bill Bryson
75.    Ulisse – James Joyce
76.    I Buddenbroock – Thomas Mann
77.    Il buio oltre la siepe – Harper Lee *
78.    Germinale – Emile Zola
79.    La fiera delle vanità – William Makepeace Thackeray
80.    Possession – AS Byatt
81.    A Christmas Carol – Charles Dickens
82.    Il Ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde
83.    Il Colore Viola – Alice Walker *
84.    Quel che resta del giorno – Kazuo Ishiguro *
85.    Madame Bovary – Gustave Flaubert
86.    A Fine Balance – Rohinton Mistry
87.    Charlotte’s Web – EB White
88.    Il Rosso e il Nero – Stendhal
89.    Le Avventure di Sherlock Holmes – Sir Arthur Conan Doyle
90.    The Faraway Tree Collection – Enid Blyton
91.    Cuore di tenebra – Joseph Conrad
92.    Il Piccolo Principe– Antoine De Saint-Exupery
93.    The Wasp Factory – Iain Banks
94.    Niente di nuovo sul fronte occidentale – Remarque
95.    Un Uomo – Oriana Fallaci
96.    Il Giovane Holden – Salinger
97.    I Tre Moschettieri – Alexandre Dumas
98.    Amleto– William Shakespeare
99.    La fabbrica del cioccolato – Roald Dahl*
100. I Miserabili – Victor Hugo
 
Qui trovate tutte le informazioni relative a Un tè dentro l’armadio.
 

Abbiamo parlato di:

CUCITO con

Accidentaccio - Necessaire per unghie da mettere in valigia

MAGLIA con

DECORAZIONI con

Africreativa - Parure con riciclo cialde del caffè e crochet

GIARDINAGGIO con

CUCINA con

LIBRI con

FOTOGRAFIA con

IDEE CASA con

VIAGGI con

Dolcezze di mamma - Delle estati di quand'ero bambina

NATALE con

IDEE RANDOM con

 


23 commenti:

  1. Come ben sai, sottoscrivo ogni parola riguardo al rapporto con la lettura dopo la scoperta dei blog, parola per parola!
    Mi fa piacere che anche tu ti sia cimentata nel gioco dei 100 libri.
    A presto! =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un sentire abbastanza comune, Daniela. Ho trovato questo tipo di riflessione da parecchie parti.
      Giochino divertente, grazie di averlo proposto.

      Elimina
  2. io ne ho letti interamente 33! devi rimediare al fatto che non hai ancora letto Il Piccolo Principe e il Giovane Holden ;-).
    Per il thè partecipo con un progetto di cucito http://accidentaccio.blogspot.it/2014/07/necessaire-per-unghie-da-mettere-in.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. WOW, bel numero!!! Penso che sia una lista notevole, molti sono assolutamente da leggere!!!
      Corro a vedere il tuo progetto!!!

      Elimina
  3. Oltre che dispensatrice di pulci nelle orecchie sono pure una scroccona di tè! Ne ho sentito il profumo, inconfondibile. Mi sono precipitata incredula! È proprio il tuo tè!
    Contentissima ;-D
    Per carità il gruppo è okkey ma leggerti su una pagina del blog is different & better!
    Mi hai colto impreparata, sono a mani vuote quindi mi accontenterò del profumo...
    Bellissimo che tu ti sia riappropriata di questo spazio magico che è la lettura! ai ripreso le immersioni nell'oceano letterario! Ho letto il metodo e condivido il fatto che leggere al mattino sia un'altra storia! Anche io da quando pendolo leggo preferibilmente la mattina! Dalle tue immersioni letterarie mi aspetto recensioni suggerimenti scoperte...

    Un abbbbbbrrrrraccccio ♡♡♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredula pure io, mi sono accorta per caso che era giovedì!!!!
      Contentissima ovviamente sì, spero che torni ad essere un appuntamento fisso, come sarebbe dovuto essere nelle mie intenzioni e come è stato per pochissimo.
      Partecipare al tè non significa necessariamente berlo .... no problem!!!
      Qualche bel titolo da proporre ce l'ho, tranquilla!

      Elimina
  4. Il gioco di Dani mi incuriosisce...

    RispondiElimina
  5. Vorrei partecipare al tuo tè ma la mia connessione vacanziera non mi permette di inserire i link!Intanto bentornata! Io coi libri sono messa benissimo (almeno 55) ma per il motivo di cui sopra non posso partecipare! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente commento dal cellulare!

      Elimina
    2. Anche la mia connessione qui non è quella della città. Se ti va di partecipare, basta che mi scrivi il titolo del post e lo inserisco io!

      Elimina
    3. Io vorrei proporti un "viaggio"nella memoria (Delle estati di quand'ero
      bambina). Non so se va bene...altrimenti partecipo la settimana prossima (perché ricominciamo, vero?)

      Elimina
    4. Lo vado a cercare subito.
      E, sì, vorrei davvero ricominciare!

      Elimina
    5. Care amiche del tè, tuffatevi dentro questo meraviglioso racconto di Dolcezze di Mamma .... è favoloso!!!

      Elimina
  6. Mi ha colpito molto il tuo post Federica, perché io normalmente ho a che fare con ragazzi a cui devo "passare" l'amore per la lettura e mi fa piacerissimo scoprire che anche da adulti -se si è provato da giovani il piacere del leggere- questo piacere può emergere =)
    Insegnando Italiano a scuola, i libri sono uno dei miei "pani quotidiani" (24-30 libri all'anno tra cui -ovviamente- anche alcuni libri per ragazzi che a volte leggo con il sistema della lettura veloce centrale) ma nei prossimi giorni mi leggerò con calma i 100 titoli, soprattutto perché mi incuriosisce sapere quali libri vengono considerati
    "importanti". Andrò anche da Dani per conoscere le "regole del gioco"
    Un caro saluto, grazie per queste riflessioni condivise e .. BUONE LETTURE!!!!!!!!!!!!!!
    Dimenticavo: ho letto 2 libri recentemente che io ho trovato FANTASTICI e di cui -appena posso- troverò il modo di parlare e magari di condividere qui "nell'armadio"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Il fatto di non riuscire a concentrarmi sulla lettura mi ha parecchio infastidito, ma leggevo due pagine e mi addormentavo proprio oppure, peggio, mi annoiava solo il pensiero di sfogliare le pagine.
      Mi sono un pochino preoccupata, eh!!! Non leggere mica è una bella cosa!

      Elimina
  7. WOWOWOWOWOWO!!! Adoro leggere, e lo sai bene! Questa iniziativa ludica mi ispira tantissimo.... ripasso più tardi per giocarci anch'io! A dopo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, lo so!!!
      Attendiamo la tua lista allora!

      Elimina
  8. Grazie per questo post Federica. E grazie per essere tornata ad "offrirci" il tè. Mi mancava!
    Io sono a 25 su 100 (ma vale di più se ho letto tutta la saga di Harry Potter e quelli di Holmes e Il signore degli anelli?)! Anche io sono un'amante della lettura ma da quando ho aperto il blog leggo molto meno.
    Quest'estate, però, tra la pioggia e il fatto che sono in un posto dove internet è un incubo sto recuperando.
    Adesso aggiungo anche il link del mio ultimo post per il nostro tè.
    http://portugalli.blogspot.it/2014/08/parure-con-riciclo-cialde-del-caffe-e.html
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria!
      Il giochino è divertente, ma la lista è abbastanza discutibile (come tutte le liste si questo tipo). Fra il resto, se provi a fare una ricerca su Google, digitando "100 libri da leggere" o qualcosa di simile, di liste ne escono quante ne vuoi, e sono tutte diverse. Ci sono molti libri che ho letto e che considero importanti che qui ad esempio non ci sono.
      Ovviamente con Harry Potter e il Signore degli Anelli al gran completo hai un bonus di 10 punti che non ti toglie nessuno!!!
      E vado a vedermi il tuo ennesimo capolavoro!

      Elimina
  9. Felicissima di rileggerti su queste pagine! Mi trovi in procinto di partire ... Ma non mancherò ai prossimi appuntamenti. Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buone vacanzeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!

      Elimina