Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

28 luglio 2014

E la chiamano estate … quella dei 46!

Io di questa non-estate mi sto rompendo, esattamente come mi sono rotta della non-primavera (e di quelle precedenti) e del non-inverno appena trascorso. Che poi, se ci sarà pure un non-autunno, sarà meglio che vincere alla lotteria, perché potrò sfoggiare il miglior non-anno che si possa immaginare.

Io l’ho detto varie volte a mio marito che a settembre terminerà idealmente (ed anche effettivamente visto che un anno è pur sempre fatto di dodici mesi, anche se è un non-anno) questo nostro (forse più mio?) non-anno di emme. Che, per carità, mica ci possiamo lamentare visto che non è successo nulla di grave e che stiamo tutti sani, ma è stato un non-anno comunque.

Per una perfezionista meteoropatica come me, non ci piove (anzi specie se piove, e mi sa che piove pure oggi), un anno così è una vera iattura, peggio che le cavallette in un orto, più irritante delle mosche, più fastidioso delle zanzare tigre.

Volendo essere precisi anelo alla perfezione (ché le cose fatte trallallà non mi piacciono), ma sono ben lontana dal raggiungerla, eh! E, invece, in questo non-anno qualsiasi cosa che ho fatto è stata fatta (ed è ancora fatta) proprio come non la vorrei fare, trallallà appunto. E questo mi fa andare giù di testa, è il mio non-risolvibile-problema esistenziale.

Con questo non voglio dire che sono stata esattamente a grattarmi la pancia, anzi: il non-anno è stato, per certi versi, molto più pieno ed impegnato dei precedenti, regalandomi pure grandi soddisfazioni. Ma il punto non è questo, lo sapete no?

Se avete letto il recente post di Carla, che per poco inchiodava in mezzo all’autostrada, il cambiare prospettiva aiuterebbe. Beh, io non riesco proprio a cambiare il mio punto di vista: sul piatto della bilancia pesano più i partecipanti alla mia to-do-list che quelli della done-list.

E l’essere meteoropatica non aiuta di certo. Lo sono davvero, sapete, anche se sbandiero ai quattro venti che quello che devo fare lo faccio comunque. Questo turbante che mi sento in testa (e che non ha nulla a che fare con quelli coloratissimi della Moira circense) mi disturba assai, ma è sempre lì fisso, non si schioda neppur volendo e mi annebbia la vista, togliendomi smalto. Ed io vorrei essere smaltata da capo a piedi.

Fare per fare, fare perché si deve, fare perché bisogna non è proprio nelle mie corde (anche se si tratta di spolverare). Io voglio fare quello che faccio con entusiasmo, sempre e comunque, voglio sentire il prurito alle mani, voglio entusiasmarmi (anche facendo una torta), voglio sentire il feeling con le mie cose, lo avete capito sì o no?

Questione di feeling cantava qualcuno … ecco appunto.

La domanda sorge spontanea: non è che tutto questo possa avere qualcosa a che fare con il fatto che ieri era il mio compleanno (che mi rifiuto di festeggiare già da un po’) e vedere il tempo correre via così velocemente mi fa venire l’ansia?

torta

Se è così, forse, sto invecchiando. E non ne ho davvero voglia!

23 commenti:

  1. Ma sai che mi sento esattamente come te?
    Blog a parte, che nell'ultimo anno e mezzo è la cosa che seguo con costanza ed entusiasmo e che mi ha letteralmente aperto mondi meravigliosi, stimolanti e del tutto inaspettati, mi sento così: insoddisfatta e alla ricerca di una perfezione che, non dipendendo solo da me, sembra irraggiugibile.
    Aggiungo che sono anch'io mooooooolto meteopatica quindi va da sè che questa non-estate non mi tira certo su il morale.
    Per finire, il giorno del mio compleanno, negli ultimi anni, è un giorno di malinconia e di voglia che sia già domani.
    In ogni caso, auguri in ritardo! =)
    A presto.
    Dani
    P.S. ho letto con interesse e divertimento tutti i tuoi commenti, dei quali ti ringrazio moltissimo. Ad alcuni ho risposto sul blog, ma volevo chiederti: lo sai che sei "no-reply comment"? Se associ un indirizzo mail al tuo blog, attivi la possibilità di poterti rispondere ad ogni commento direttamente per mail. Dimmi pure di farmi i fatti miei, ma te l'ho voluto dire perchè molti non lo sanno e perchè a volte Blogger cambia questa impostazione "a suo piacimento".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco appunto, vedo che mi capisci benissimo!
      Grazie per gli auguri, sempre graditi!
      No-reply comment ..... ah!!!! Cado dalle nuvole ..... fammi capire, con questa opzione tu potresti commentare il blog, direttamente dalla tua mail, senza aprire il mio blog? Se è così, non lo sapevo, devo vedere cosa spuntare (si accettano suggerimenti)

      Elimina
  2. Aspetta un attimo...ti rode perché il tempo fa quello che vuole infischiandosene del mese e della stagione mandando all'aria alcuni tuoi piani o "solo" perché aggiungi un'altra candelina alla torta? A me del tempo frega poco, figurati che le giornate estive di sole intenso mettono a serio rischio il mio fragile equilibrio mentale per cui...ciò che non potrei sopportare è vedere il tempo che passa senza che io abbia combinato qualcosa, ma qualcosa intendo anche solo l'essermi rilassata. E' così pure per te?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Veronica!
      Una candelina in più sulla torta non mi crea particolari problemi, tanto è così e basta, mi piaccia oppure no, la cosa non cambia. Non festeggio in modo particolare il compleanno, perché non ne sento più l'esigenza, ma mi fanno piacere, naturalmente, auguri e telefonate, ci mancherebbe!
      Il brutto tempo, invece, mi disturba proprio, perché mi mette di cattivo umore, non tanto perché io non faccia quello che devo, quanto perché non sopporto la mancanza di luce (costante di questo lungo anno!!!). Certo alcune attività prettamente estive, con queste temperature e questa pioggia, sono impossibili e non riesco così a godermi la mia casa di campagna come vorrei. Ci posso fare poco, lo so, ma mi dispiace un sacco. Fra il resto sono precluse gite e giretti con mio figlio: non sono una fanatica del genere, ma negli anni passati sono stati un vero divertimento e un momento speciale per noi!
      "Combinare qualcosa" è l'essenza della mia vita. Io non sono in grado di stare con le mani in mano, io sto male se, alla sera, non ho risultati tangibili (e non parlo certo delle pulizie, eh!!!). Il punto è che ho talmente tanta carne al fuoco che non so da che parte prendere. E questo mi costringe, spesso ultimamente, a tirare via. Purtroppo le mie attività non sono del genere "posso tirare via", perché fatte trallallà non hanno minimamente senso. E questo, immagino, sia comprensibile a chi ha degli hobby precisi e delle passioni.
      Per me rilassarsi significa fare qualcosa di concreto. Il rilassamento comunemente inteso non fa per me. Io mi annoio a morte!!!

      Elimina
    2. Ho capito ciò che vuoi dire però, se fare queste cose che in teoria ti dovrebbero rilassare e fare bene, ti fanno star male, forse è meglio che scremi ciò che realmente ti piace per dedicartici a fondo e bene. Non so, ti scrivo questo perché è quello che farei io se avessi troppa "carne al fuoco". E poi, non necessariamente la giornata è andata sprecata se, tirando le somme, non vedi nulla di concreto; ad esempio, i bei momenti che trascorri con tuo figlio è un qualcosa che tu dai, sono momenti piacevoli e di gioia, che non credo rientrino nel "tirare le somme" a fine giornata...giusto?
      Per il tempo...pazienza, tanto che vuoi farci :)

      Elimina
    3. Scremare, lo so. Il problema è proprio questo!!! Io amo tutto quello che faccio e ho un po' di problemi a scegliere.
      I momenti che passo con mio figlio, naturalmente, non rientrano nel computo dei risultati ottenuti; il calcolo riguarda solo ed esclusivamente le mie attività personali (gestione della casa a 360° esclusa!!).
      Il bel tempo??? Cos'è?

      Elimina
  3. E ce lo dici così? Auguri!!!
    Secondo me è solo un periodo, vedrai che meteo sì meteo no passerà :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E certo che ve lo dico così!!!! Ah ah ah!!!!
      Un periodo? Non lo so .... speriamo!

      Elimina
  4. Intanto... buon compleanno!!!! E chissenefrega se non ti piace festeggiarlo!! Io, gli auguri, te li faccio lo stesso, tiè!!! E poi dai.... non pensare alla nonestate,non primavera, nonanno etc... pensa a quanto di positivo ci può essere nelle novità in mezzo a tutta la quotidianità! Hihi... tratto dal saggio "essere ottimisti secondo Cristina!". Ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo festeggio in pompa magna ,,,, ma gli auguri sono sempre graditissimi!!! non sono ancora un orso delle montagne, eh!!!!
      Ma, Cristina, io adorooooooooooo la mia quotidianità, non credere. Non farei cambio neppure morta.
      Voglio però una quotidianità piena di smalto ed energia, attiva insomma, ricca, piena, come è sempre stata!!!
      Mi sono persa per strada quel qualcosa .... e voglio risultati concreti, sempre, quotidianamente, non ogni tanto.
      Preferibilmente risultati perfetti!!!

      Elimina
  5. Beh, intanto ti faccio tantissimi auguri, anche se non li vuoi!
    E per quanto riguarda tutto il resto posso dirti che anche io ero come te, ma proprio quest'anno ho imparato che fare una cosa trallallà è sempre meglio che non fare nulla e a non voler tutto subito: con il tempo e la costanza i risultati arrivano comunque!
    Credimi, ora vivo decisamente meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi ha detto che non li voglio??? Grazie di cuore.
      Il concetto che tu esprimi e che ti ha cambiato la vita, lo so, è sicuramente applicabile alla gestione della vita quotidiana (e tu in questo sei una maestra), ma non credo sia applicabile ad altri aspetti della vita, almeno della vita che voglio io. E' una semplice questione matematica: tante ore a disposizione, tot interessi. Io non ho particolari problemi nell'organizzare vita familiare e casa (anzi case), vorrei vedere, non lavorando mi auguro di poter raggiungere risultati più soddisfacenti di chi sta fuori casa otto ore al giorni. Il mio problema è organizzare tutto il resto, quello che voglio fare, che desidero fare, che amo fare. E che, come ho detto sopra, non si può fare trallallà, perché un hobby fatto male perde davvero lo scopo per cui è nato: che soddisfazione puoi avere, se quello che fai non ti viene come dovrebbe?
      Bisognerebbe scegliere, dirai. Certo, ma è colpa mia, se ho tanti interessi?

      Elimina
  6. Carissima Federica,
    prima di tutto tanti auguri (so che non ami festeggiare ma gli auguri fanno sempre piacere, credo!)
    Sai che sono anche io meteoropatica come te!
    Anche a me questa non estate mi sta esaurendo. E' stato un anno positivo nel complesso (e l'apertura del blog con tutto quello che ne consegue, compresa la conoscenza virtuale di persone splendide, é la prima nota positiva).
    Però il tempo incide molto sul mio umore e rende difficile fare le cose con entusiasmo come dici tu.
    Speriamo ci sia un vero autunno e poi il tempo si sistemi!
    Un forte abbraccio e ... sempre avanti Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che m fanno piacereeeeeeeeeeeeeeeee, questo non occorre dirlo!!!
      L'apertura del blog anche per me è stato un momento importante, una cosa che ho voluto fortemente, anche se poi non ho avuto il tempo di gestirlo come mi sarebbe piaciuto, però va bene ugualmente, non faccio gare e non ho obiettivi particolari, quello che conta sono le amicizie fatte, virtuali sì, ma non riesco a considerarle tali ormai (con tante amiche blogger mi pare di conoscerci da sempre, immagino tu capisca cosa intendo).
      Il mio umore, purtroppo, risente del tempo e più passano gli anni e più questo aspetto si accentua. Il perché non lo so, è così e basta. La cosa che mi disturba è che, caratterialmente, io sarei una persona solare e aperta, anche se per certi versi molto riservata e gelosissima della mia vita, però questo tempo mi fa davvero stare male ..... quella dello smalto non è una sparata, è la verità ..... detesto non avere quello sprint e quell'entusiasmo e quel qualcosa che .... rende favoloso anche lo spolverare ....
      Però, per forza, sempre avanti!!!

      Elimina
  7. Cosa si può augurare ad una Squitty con non ama commemorare il giorno in cui ha messo il suo musetto curioso fuori nel mondo?
    Ma CENTO di queste commemorazioni!!! ....anche se non ti piacciono ;-)
    Contenta di leggerti anche qui! Periodo strano porta novità ne sono sicura!
    Un grande abbraccio cara amica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo anno, Fabiola, comincio a festeggiare un mese prima, con simili auguri affettuosi!!!!
      Anzi, voglio pure moltissimi regali.
      E una torta a tre piani (che non ho avuto neppure al matrimonio, perché mi sono rifiutata ... ah ah ah )
      Novità? Tu dici???? Sono curiosissima!!!
      Un abbraccio a te, cara Fabiola!!! Ma quando torni? Ci manchi un sacco!!!

      Elimina
  8. Auguri Squitty! Come ti capisco!Passerà e tornerà il sole...in tutti i sensi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì che torna!!! Grazie di cuori per gli auguri!

      Elimina
  9. Orca paletta, era un po' che non passavo, (il tempo in questo periodo è come il sole: inesistente! :P), e cosa leggo?? Beh in ritardo ma augurissimi!
    Mi sa che un po' ti capisco... quando per qualche ragione l'entusiasmo mi molla vado in crisi e prego di recuperarlo. La vita è entusiasmo, senza entusiasmo che vita è??!! Se mi affanno però mi esaurisco lo stesso perciò: equilibrio vieni a me! :P :D
    Ciò che ti auguro e di avere un anno Anno, e entusiasmo a sbrego anche per una non stagione... che se andiamo avanti così! :P :D
    un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vivyyyyyyyyyyy, quanto tempo!!!
      Il tuo blog è in assoluto quello che, ultimamente, ho trascurato di più. La lista dei post arretrati è lunghissima. Il punto è che i tuoi post non possono essere letti fra una cosa e l'altra richiedono una certa concentrazione, concetto inesistente nell'ultimo periodo. Non ti ho dimenticata, ma voglio smaltire tutti gli altri prima e poi arrivo!!!!
      Esatto, la vita è entusiasmo e passione, sennò che tristezza!!!

      Elimina
  10. Squittyyyyyyyyyyyyyy o meglio Fedeeeeeeeeeeeee :D non ti devi assolutamente preoccupare, non ci deve essere ansia dal blogger tra noi ;D comprendo benissimissimo, e se non mi hai dimenticata io sono già superfelice! ;D
    Dai dai che se ti esaminano attentamente scopriranno che il tuo dna è composto per un buon 90 % di Entusiasmo!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è ansia, cara Vivy, è voglia di recuperare i blog che mi sono persa. E se non lo faccio adesso che siete tutte in vacanza e scrivete poco, poi non recupero più!!!
      Ovvio che non ti ho dimenticata, ma che ti credi???

      Elimina