Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

17 dicembre 2013

Finalmente il mio presepe

Dopo una settimana di influenza pesante (ma quanto bastarde sono diventate le influenze?) sono qui a presentarvi il mio favoloso presepe. Sì, lo so, non è il massimo farsi i complimenti da soli, ma io ne sono davvero orgogliosa.

Avete già dato un’occhiata al pastore e alla sua pecorella? Se non l’avete fatto, vi consiglio di farlo, perché solo così potrete comprendere meglio il modo, in cui ho costruito il resto dei personaggi.

Cominciamo con San Giuseppe.

01. copyright

02. copyright

03. copyright

Per fare l’abito ho riciclato la stoffa di una vecchia sedia da campeggio, che avevano acquistato i miei genitori mille anni fa. La sedia, poi, giunta alla fine del suo viaggio, era stata smontata ed era diventata un originale copri vaso (di cui però non ho la foto). Il copri vaso, diventato ormai insopportabile alla mia vista, era stato messo da parte in attesa di eventi. Da sedia ad abito di San Giuseppe. Gulp!

Vediamo adesso Maria.

04. copyright

05. copyright

06. copyright

Per il suo abito ho utilizzato gli avanzi di stoffa, che mi era servita per cucire le tende del mio salottino nella casa dalle persiane verdi. I fiorellini, invece, li avevo acquistati per fare esperimenti di bomboniere per il mio matrimonio. Perché mi ero fatta pure quelle, nel caso ci fosse qualche dubbio.

Ed ecco Gesù Bambino!

07. copyright

08. copyright

Questo è il cuore del mio Presepe. Un faccino minuscolo su un corpicino di pigna ben avvolto in una calda copertina. Ma voi sapete che cosa è, in realtà, questa copertina? E’ una babbuccia spaiata del Pripi, che avevo tenuto  da parte, perché era troppo bella per buttarla via. E l’altra sua compagna chissà dov’è ora? Chissà quanta strada avrà percorso da quella giornata invernale freddissima e ventosissima, durante quella  ormai lontana passeggiata a Merano!

Ed ora un angioletto!

09. copyright

Qui potete osservare un modo diverso per realizzare i capelli rispetto a quelli di San Giuseppe o del pastore. Infatti il filo di cotone è avvolto su se stesso a partire dal centro della testolina.

Poi, naturalmente, il bue e l’asinello.

11. copyright

10. copyright

Sapete come sono fatti? Non avendo a disposizione nulla, che mi potesse aiutare, ho acquistato al mercato due paia di guanti, uno marrone e uno grigio. Mica roba pregiata, sia chiaro: erano solo due fra le centinaia di loro simili su una bancarella molto poco variopinta, una di quelle dove non avresti mai guardato in altre circostanze. Materia prima al modico prezzo di circa quattro euro, un affarone! Le mangiatoie poste davanti ai due animali sono realizzate con la parte terminale dei guanti. Legate insieme da uno spago contribuiscono a dare stabilità sia al bue che all’asinello. Le pigne, infatti, non sarebbero in grado di reggere la testa a causa del peso della stessa, perché è imbottita con una discreta quantità di ovatta. Pensate a quanta ne ho dovuta usare anche solo per riempire le fenomenali orecchie di questo asinello. Con ago e filo ho disegnato il muso delle due bestie.

A questo punto mi ci voleva la capanna!

12. copyright

E’ stata realizzata con semplici bastoncini di legno, di quelli recuperati nell’ennesima passeggiata, e da normalissimo spago. Inizialmente avevo provato a fissarli con la colla a caldo, ma il peso dei legnetti in fase di lavorazione rendeva inutile ogni tentativo di portare avanti l’idea che avevo in testa. Sul fondo, per non mettere le statuine direttamente a contatto con il pavimento, ho collocato un riquadro di feltro bianco. Nella parte superiore un semplice rettangolo di tulle, fissato alla struttura con dei nastrini bianchi, completa il quadro.

Insomma un’altra tessera si è aggiunta al mosaico del nostro Natale.

14. copyright

(questo post partecipa a Il Cocco della Blogger - Link Party speciale di gennaio 2014)

(questo post è ospitato su Share your link #49)

Con questo post partecipo anche, e con estremo piacere, alla splendida iniziativa di Daniela (Decoriciclo) e di Maria (Africreativa)

natale da vivere 2014_thumb[1]

Lo trovate anche nelle Raccolte di Natale – Handmade Christmas di Alex e altre 30 bravissime blogger

32 commenti:

  1. Bellissimo! Vengo da Fb. ma si può sapere perché mi chiede se il tuo link è spam oppure no!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una pazza del gruppo di cucito di cui faccio parte (Hai stoffa? Gruppo di cucito autodidatta) era inviperita perché l'amministratrice Anilina Candida l'aveva più volte richiamata per aver tentato di vendere nel gruppo, anche in maniera insistente, i prodotti della sua merceria. Per fare dispetto al gruppo ha cominciato a segnalare come spam la mia pagina FB e quella di altri utenti. Io avevo già parlato all'amministratrice del problema. Ho minacciato di svelare davanti all'intero gruppo l'identità della persona suddetta. Due secondi dopo ha abbandonato il gruppo. Non c'è nessun spam ovviamente, solo una scocciatura. Neppure Ernesto ha mai sentito parlare di una cosa del genere e non ha saputo aiutarmi. Ho scritto direttamente a Facebook, ma la vedo lunga. Siccome sto cominciando a rompermi le palle, penso che - appena posso - farò una nuova pagina FB ed eliminerò quella vecchia. Appena comincerà il trasbordo scriverò un post in merito!

      Elimina
  2. Ma che bello!!! Il bue e l'asinello sono simpaticissimi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E sono stati anche i più complicati da fare!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ma tesoro, quanti punti esclamativi hai messo? Comincio a gasarmi!

      Elimina
  4. Io sono letteralmente a bocca aperta davanti a cotanta meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore! Però chiudi la bocca in fretta! Lo sai che in inverno i microbini sono lì pronti? Guarda che manca poco a Natale. Riguardati!

      Elimina
  5. dire bello è troppo poco :) Sei un mito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeeeeeeeeeee! (mi ero persa questo commento)

      Elimina
  6. che bello questo presepe! complimenti sei molto molto brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Se non mi fossi ammalata, avrei creato anche dei nuovi personaggi, avevo mille idee in testa. Peccato! Sarà per il prossimo anno!

      Elimina
  7. bellissimo!!!! Gesù bambino è meraviglioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. In effetti ho anch'io un debole per Gesù Bambino, forse perché è fatto con la scarpina di mio figlio.

      Elimina
  8. Ehi arrivo dal tuo commento sotto al mio presepe e scopro che anche tu fai parte di "Hai stoffa?", allora forse l'avrai visto, perché l'avevo condiviso anche lì...
    In ogni caso il tuo è un vero capolavoro, e penso che anche questo modo di costruire i personaggi, come il mio, può essere adattato anche ad altri temi e soggetti. Mia madre ora che ci penso ha a casa una bustina piena di pigne con la quale mi chiede sempre di fare qualcosa...
    Davvero complimenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah eccoooooooooooooooooooooooo, dove l'avevo visto!!!! Ma non l'ho pure commentato? E' che si vedono così tante meraviglie in quel gruppo!!!!!
      In ogni caso grazie per i complimenti!
      E le pigne sono sempre comode!

      Elimina
  9. è davvero bellissimo! Rende un'atmosfera particolare con questi colori tenui e la scelta dei tessuti. Stupendo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tante. Se il Natale fosse andato diversamente e non mi fossi ammalata, avrei portato avanti il progetto con altri personaggi. Pazienza, sarà per la prossima volta!

      Elimina
  10. Ma è splendido questo presepe Federica!
    Bravissima!
    Il bu e l'asinello sono dei capolavori1
    Grazie per averlo condiviso con noi.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire, Maria, che dopo qualche anno continua a piacermi tanto. Spero di riuscire ad aggiungere altri personaggi, almeno questo è l'obiettivo per questo Natale.

      Elimina
  11. No va bè.... ci hai regalato dei tali capolavori che i miei commenti saranno noiosi a furia di dirti che sono delle meravilgie!
    Pinno anche questo! =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no .... lasciami crogiolare!!!
      In verità sono molto contenta, perché sono veramente affezionata a questo lavoro, nato davvero per caso.
      L'ho fatto due o tre anni fa, con mio figlio piccolo. Albero e casa praticamente saturi di addobbi, ho dovuto rivolgere l'attenzione ad altro.
      Grazie mille per il lussuoso commento!

      Elimina
  12. Lo trovo adorabile ... sei davvero creativa ... mi piace moltissimo come tutti i presepi .... a presto
    giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusi, benvenuta!
      Io non amo particolarmente i presepi, preferisco l'albero di Natale, però non ho saputo resistere alla tentazione di provare a farne uno.

      Elimina
  13. Ciao, ti ho scoperta grazie a Natale da Vivere...complimenti per il tuo presepe! davvero bello e ben fatto, ma anche il calendario a punto croce mi è piaciuto molto!
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erika, benvenuta anche a te!
      Bella vero l'iniziativa di Daniela e Maria?
      Oggi comincio a fare il giro dei vari post!
      A presto

      Elimina
  14. Pura poesia .....il tuo presepe è incantevole !
    Gio

    RispondiElimina
  15. Incantata dalla tua creazione. Complimenti! Mi aggiungo come follower...
    Marina

    RispondiElimina
  16. Che meraviglia!
    Sei partita da materiali di recupero e naturali e ne hai tratto una creazione piena di semplicità, grazie ed armonia. Davvero complimenti, è magnifico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Beta, è uno dei miei lavori "speciali", quelli che hanno un qualcosa in più!

      Elimina