Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

27 dicembre 2013

Alberelli di polistirolo

00. copyrightNonostante il Natale sia passato, siamo ancora in clima di festa e, per recuperare il troppo tempo perduto a causa della mia super influenza con annessi e connessi, ho deciso di mostrarvi comunque alcuni dei miei lavoretti natalizi.

L’anno scorso, decisa a smaltire il troppo materiale accumulato, ho creato di tutto e di più, inventando anche oggetti che non erano proprio previsti e che, in fondo, mi servivano anche poco, come gli alberelli qui a fianco.

Avevo comprato vari coni di polistirolo per completare il presepe, ma non ero riuscita a trovare l’idea giusta per decorarli: tutto quello che mi veniva in mente non era adatto allo stile dello stesso. Così ho lasciato perdere.

Un giorno, però, con l’idea di fare spazio nell’armadio (c’è sempre troppa roba lì dentro), mi sono imposta di utilizzarli.

Avevo a disposizione tre coni di due misure diverse (20 e 12 cm); ho destinato i più grandi a casa mia e il più piccolo alla scrivania di mio marito, che – per la prima volta dopo tanti anni – aveva deciso di portarsi un po’ di Natale in ufficio.

coni polistirolo con numero

Con un filato di lana mélange color verde/grigio/nero, ultimo gomitolo di una maglia che mi ero fatta un sacco di anni fa, ho rivestito i coni di polistirolo, precedentemente spalmati di colla vinilica. Avevo provato anche con la colla a caldo, ma non l’ho trovata adatta.

Poi sono passata alle decorazioni.

Sul primo, tutto all’insegna del rosso, ho attaccato perle (riciclate dalla decorazione natalizia di un pacco), funghetti, stelline e qualche pendente luccicante.

01. copyright

Sul secondo, invece, che volevo più delicato, ho appiccicato perle bianche di dimensione diversa e cristalli di un verde/giallo molto particolare. Ho aggiunto, per completare, anche delle perline argentate.

02. copyright

Al più piccolo ho dedicato meno attenzione e cura, essendo destinato all’ufficio (sia mai che qualcuno lo porti pure via!), e me la sono cavata con qualche minuscola perlina rossa.

03. copyright

Quest’anno, quando abbiamo riaperto i pacchi degli addobbi, il Pripi si è impossessato dei tre alberelli e li ha collocati vicino ai nostri letti. Quelli grandi sui comodini di mamma e papà (mi domando come abbia fatto a capire che quello bianco è il mio preferito) e quello piccolo vicino alla sua luce per le letture serali. Naturalmente l’ufficio è rimasto senza addobbo.

La cosa buffa è che, durante la mia influenza, quando lui dormiva con il papà ed io nel suo letto, gli alberelli peregrinavano da una stanza all’altra, seguendo il loro legittimo proprietario, perché l’albero di papà deve stare con papà, quello di mamma ovviamente con mamma e quello mignon con il Pripi.

Un lavoretto semplice, ma di sicuro effetto.

 OrdinataMente

(questo post ha ricevuto il premio Top of the Post per la settimana dal 23 al 29 dicembre 2013; grazie Koko Pi)

4 commenti:

  1. Il mio preferito è il primo...comunque bellissimi tutti e 3!
    Complimenti per la fantasia e la pazienza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto qui , questo è uno dei 3 migliori post che ho letto la settimana scorsa!!

      Elimina
    2. WOWWWWWWWWWWWWWWWW, ma che bello! Ho visto la tua iniziativa, molto carina. Lasciami organizzare e capire come funziona che poi vedo di partecipare!

      Elimina