Le mie cose sono troppe. Quale butti giù dalla torre? Nessuna.

Ma come faccio a farle tutte? Una alla volta.

29 ottobre 2013

APPUNTI DI CUCITO - Gli indispensabili

Oggi ho riaperto davvero i miei quaderni, proprio come avevo anticipato, e non vi nascondo che è stata una grande emozione. La prima pagina mi riporta al lontanissimo 1° ottobre 1998, giorno in cui ho frequentato la prima lezione alla scuola di taglio e cucito.
 
A quel tempo non sapevo quasi cosa fosse una macchina da cucire, sebbene ne possedessi una, ma la usavo così, come capitava. Se ripenso oggi a quei primi esperimenti, mi si rizzano i capelli in testa.
 
Quel giorno la mia insegnante ci diede la lista di tutto quello che dovevamo comprare per frequentare le sue lezioni, facendoci capire chiaramente che quel materiale era considerato praticamente indispensabile.
 
La sola lista con le relative spiegazioni occupò più o meno un’oretta, il che vi farà probabilmente capire quale fu il mio primo pensiero … in che guaio mi sono cacciata?
 
Vi propongo, dunque, quell’elenco con qualche elemento in più e alcune note frutto della mia personale esperienza.
 
Materiale per il taglio
  • 1 forbice per stoffa da 20 cm per il taglio iniziale (1)
  • 1 o 2 forbici di misura inferiore (2)
  • 1 forbice per carta da 22 cm (3)
(1) per chi non lo sapesse il taglio iniziale è il taglio che si esegue attorno al cartamodello lungo la linea della cucitura, di solito segnata a 2 cm di distanza dal cartamodello stesso; viene usata la forbice più grande, perché il taglio risulta più netto e sono meno evidenti i segni delle varie sforbiciate
(2) io ho 1 forbice da 18 cm, che è quella che uso di più, e 1 forbice da 16 cm
(3) su questo punto possiamo discutere: io non sono mai riuscita ad usare questa forbice, la trovo troppo lunga e assolutamente troppo pesante; più grande è la forbice e più il taglio risulta preciso, questo è assolutamente vero, ma se chi, come me, con una forbice del genere fa più danni che altro, è meglio usare una normalissima forbice da carta
N.B. Evitate di scambiare le forbici, non siate pigri, andate a prendere quelle giuste se sono rimaste nell’altra camera. Le forbici per la carta  e quelle per la stoffa non sono la stessa cosa.
 
01. copyright
 
Materiale per il cucito
  • 1 rotella per sarto oppure 1 confezione di carta copiativa per le fodere

02. copyright

  • 1 scatola di spilli (n°7/8) (4)
  • 1 bustina di aghi assortiti a mano (n°3/9) (5)
  • 1 bustina di aghi assortiti a macchina dei seguenti tipi: universali, jeans, stretch, pelle, microfibra (6)
(4) gli spilli nella scatolina ovale sono proprio di questa misura, quelli nella scatolina rettangolare sono spilli di misura non ben definita, non mi ricordo neppure quando e dove io li ho comprati; all’inizio del corso non mi sono resa conto dell’importanza di questa richiesta, per me uno spillo era uno spillo; vi assicuro che non è assolutamente vero, gli spilli lunghi sono molto più comodi, fate una prova e ragionateci su, poi ditemi
(5) nel mio porta-aghi, sono sincera, ho messo tutti gli spilli a mia disposizione senza seguire i consigli dell’insegnante e, nell’usarli, vado abbastanza ad occhio; il mio consiglio è comunque quello di averne di tutti i tipi e di fare qualche esperimento
(6) ovviamente non è indispensabile averli tutti subito, regolatevi a seconda del tipo di lavoro che volete fare
 
03. copyright
  • 1 ditale (preferibilmente in alluminio) (7)
  • filo  per imbastire bianco (per i tessuti chiari) e colorato (per i tessuti scuri) (8)
  • 1 centimetro da sarta (con la parte iniziale rigida) (9)
  • 1 taglia-asola (10)
  • 1 infila-ago (11)
  • bobine per la macchina da cucire (12)
(7) non mi chiedete perché il ditale in plastica sia da evitare, questo non l’ho mai capito e, a dirla tutta, non mi ricordo neppure se ce l’abbiano spiegato; c’è qualcuna di voi che mi viene in soccorso?
(8) il filo colorato per i tessuti scuri non deve essere rosso, perché – a detta dell’insegnante – il rosso macchia il tessuto; credete che qualcuno abbia osato comprarlo?
(9) che non va mai arrotolato su se stesso (modello chiocciolina), perché – incredibile ma vero – si dilata e le misure quindi risultano non perfette; chi di voi non ha mai arrotolato il centimetro fisso fisso?
(10) io lo uso non solo per tagliare le asole, ma per mille altre cose
(11) questa è una libera modifica alla lista; chi come me comincia ad avere qualche problema a trovare il buco dell’ago, capirà facilmente i motivi di questa aggiunta
(12) possono essere di vari tipi sia di plastica che di metallo a seconda della macchina da cucire; c’è chi ne usa in abbondanza per non rimettere il filo rimasto sul rocchetto; personalmente preferisco averne alcune che uso a rotazione e che lascio vuote nella scatolina
 
04. copyright
  • 1 matita per tessuti bianca
  • 1 matita per tessuti nera
  • 1 temperamatite con il buco grosso (13)
oppure in  alternativa (14)
  • 1 gesso bianco
  • 1 gesso nero
  • 1 affila-gesso
(13) questo l’ho aggiunto io; scusate, ho subito un trauma alla prima lezione: guai a non avere le matite affilate, l’insegnante non le voleva neppure vedere (però aveva ragione, credetemi)
(14) personalmente il gesso non mi piace, lo trovo scomodissimo; la matita è, per come la vedo io, molto più precisa
 
05. copyright
  • 1 cuscinetto portaspilli (15)
(15) anche qui potremmo aprire una discussione; io ne ho vari, ma non li uso mai; lo so è un’eresia, ma io normalmente gli spilli li tengo sparsi sul tavolo oppure li infilzo sull’asse da stiro (dove spesso lavoro), ogni tanto me ne infilo qualcuno in bocca, rischiando il soffocamento, molto spesso rovescio la scatolina in terra e ne ritrovo persino nell’altra stanza; non pretendete troppo da me, io vi ho avvertite, questa non è una scuola
 
06. copyright
 
Materiale per il disegno
  • carta velina per cartamodelli (16)
(16) è meglio non servirsi della carta velina che si trova comunemente nelle cartolerie (è più sottile, per cui è facile che si strappi, quando si cancella); è consigliata la carta velina specifica da sartoria (più grossa e più resistente) che si acquista, però, solo in pacchi
 
07. copyright
  • 1 tubetto di colla stick
  • 1 matita (sempre appuntita!!!)
  • matite colorate (almeno tre colori) (17)
  • penne colorate (almeno due colori) (17)
  • 1 blocco per appunti (18)
(17) per districarsi meglio nelle linee dei cartamodelli
(18) se non siete dei geni della matematica o se siete un po’ svagati, seguite il mio consiglio: tenetene uno a portata di mano
 
08. copyright
  • 1 squadra con angolo retto (19)
  • 1 stecca di almeno 60 cm (la misura ottimale è di 80 cm) (20)
  • 1 curvilinee (21)
(19) vi assicuro che serve
(20) se tornassi indietro ne prenderei una ancora più lunga
(21) l’insegnante aveva definito questo strano attrezzo opzionale ok esiste, ma VOI dovete imparare a fare le curve a mano libera; secondo voi io ne posseggo uno?
 
09. copyright
 
Per oggi finisce qui. Se non vi siete troppo annoiati, vi aspetto la prossima volta.

2 commenti:

  1. Curvilinee a parte, gli indispensabili li ho tutti!!!! Ora però devo imparare a fare le linee curve a mano!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei sulla buona strada!!! Io sono attualmente in astinenza da cucito!

      Elimina